Le dieci migliori super berline del 2021

Ecco quali sono le migliori e perché.

Il mercato delle super berline rimane, come sempre, abbastanza piccolo ma ferocemente competitivo. Le tre grandi tedesche hanno ancora una presenza enorme, anche se forse non sono così dominanti come lo sono state nel corso degli anni.

Negli ultimi anni, abbiamo visto il ritorno di Alfa Romeo nel segmento.

La Giulia Quadrifoglio del marchio italiano è una berlina sportiva epica e sarà presto affiancata da modelli GTA e GTAm ancora più hardcore. Va da sé che siamo fenomenalmente eccitati per i loro rispettivi arrivi. Come sempre, i dati di potenza e prestazioni stanno diventando sempre più impressionanti, con alcune delle auto in questa lista che ora sfornano più di 600bhp.

1. BMW M3 Competition

Siamo ora alla sesta generazione della BMW M Division M3.

Come ogni Serie 3 di attuale generazione, l’M3 ‘G80’ ha messo su un po’ di dimensioni e peso rispetto al suo predecessore, ma è anche cambiato un po’ sotto la pelle. Questa è la prima M3 che si può avere con quattro ruote motrici, e la prima che sia mai venuta con un cambio automatico torque-converter.

Nel frattempo, un nuovo 3.0 litri biturbo a sei cilindri in linea arriva sotto il cofano con il nome in codice ‘S58B30T0’.

Mentre lo stile di quest’auto divide sicuramente le opinioni, la guida dell’M3 Competition è abbastanza buona. Una maneggevolezza superbamente tesa e precisa, unita a un telaio superbamente bilanciato e a uno dei migliori sterzi che troverete in qualsiasi berlina al mondo, fanno sì che quest’auto sia veramente diversa. Come al solito in una M3, il motore ha un ruolo di supporto ma ha una grande risposta, linearità e potenza quando lo si richiede.

La nuova M3 è il nuovo punto di riferimento della classe delle super berline. Per la sua miscela distintiva di impegno del guidatore, ritmo assoluto, usabilità quotidiana e valore delle prestazioni, non c’è niente di meglio.

2. Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio

L’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio ha perso per un pelo un posto da prima della classe. Maneggevolezza eccellente, una guida composta e un aspetto splendido sono all’ordine del giorno, tutte caratteristiche chiave per qualsiasi concorrente serio in questo segmento.

Il suo V6 turbo derivato dalla Ferrari non è abbastanza potente il V8 nel C63 S, ma riesce ugualmente a distinguersi. La gestione, nel frattempo, è agile, equilibrata, diretta e sportiva.

Nel complesso, quest’auto segna un ritorno stellare alla forma per un marchio che era stato in difficoltà per alcuni anni. L’unico vero difetto – ed è relativamente piccolo – è l’interno, che è un po’ inferiore a quelli offerti da Mercedes-AMG e BMW.

3. Mercedes-AMG C63 S

La Mercedes-AMG C63 S ha dovuto respingere una seria concorrenza per aggiudicarsi un posto sul podio della nostra lista. Ancora più importante, dovrete muovervi molto velocemente se volete comprarne una, dato che il successore AMG della C63 è destinato ad abbandonare definitivamente la potenza V8.

Il fenomenale V8 aspirato da 6,2 litri del predecessore di quest’auto è sostituito dal V8 biturbo da 4,0 litri. Mentre la guida della C63 è ferma e non isolante, la sua gestione è coinvolgente, accurata e prontamente regolabile, mentre il suo sterzo è tattile e ispiratore di fiducia. Il cambio automatico completa brillantemente il motore.

C’è una quantità notevole di rumore stradale, ma la natura coinvolgente del suo V8 powertrain compensa ciò.

4. Alpina B3

La star della prova su strada è stata la variante Touring, e il carattere leggermente più rilassato della B3 si adatta perfettamente. Ciò significa che la B3 Touring è semplicemente una delle più grandi auto a tutto tondo di tutti i tempi.

Tuttavia, per un vero e proprio super-salone, il telaio a quattro ruote motrici della B3 non coinvolge come gli altri, anche se ciò non vuol dire che non possa farlo. La nuova automobile usa lo stesso motore a sei cilindri in linea del M3 imminente, anche se in uno stato differente. La potenza scende a 456bhp ma la coppia sale a 516lb ft. Ed è quella coppia nella prima metà della gamma di giri, combinata con M-power grunt in alto, che dà alla B3 la sua supercar-come un punto di forza.

In movimento, sarete conquiststi dall’hardware e dalla geometria della sospensione, dalla ripartizione della coppia, dal sistema frenante e dallo sterzo della BMW M340i xDrive su cui la B3 è basata. Il risultato è una delle auto più dolcemente intuitive sulla strada, e una che è più facile da vivere sia della AMG che dell’Alfa.

5. Alpina B5 Biturbo

Alpina ha sempre fatto le cose in modo leggermente diverso rispetto alla divisione M. Soprattutto quando si tratta di creare BMW veloci, favorendo un approccio più rilassato che ci dà berline veloci con un comfort impressionante, nonché prestazioni di primo ordine.

La B5 Biturbo ora vanta quattro ruote motrici e un V8 4.4 litri da 600 CV, quindi mentre può essere impostata con il comfort in mente, certamente non è una schiappa. Le specifiche standard sono generose; lo stile più riservato crea un bel contrasto con i design più aggressivi impiegati dai rivali. Nel complesso, è una delle super berline più attraenti.

6. Mercedes-Benz E63 S

Se ci fosse una sola ragione per cui la Mercedes-AMG E63 S meriterebbe la vostra attenzione – e ce ne sono molte più di una, comunque – dovrebbe essere il suo motore balistico. Quel V8 biturbo da 4.0 litri sforna 603bhp e una coppia di 627lb ft per un tempo ufficiale 0-62mph di 3.5sec. In una berlina a quattro porte di medie dimensioni o, addirittura, in una station wagon. Wow.

Quindi, è certamente potente, ma ci sono anche alcuni piccoli problemi da segnalare della E63 S. Nonostante il passaggio alle molle ad aria, il suo controllo totale del corpo e la corsa non sono proprio quello che erano una volta. Questa è ancora un’auto molto impressionante, però, e la sua funzione Drift Mode è uno spasso; ma la E63 S è leggermente in ritardo rispetto alle super berline più piccole.

super berline mercedes

7. BMW M5 Competition

Una revisione completa delle sospensioni è il punto di forza di questa BMW M5. Le modifiche che includono molle abbassate e irrigidite e nuovi supporti della barra antirollio anteriore contribuiscono a un livello più elevato di agilità e incisività su tratti di asfalto impegnativi. Tuttavia non è proprio la poliedrica, e non è la competente super berlina a tutto tondo che era una volta.

Se però riuscite a convivere con il comportamento più aggressivo della M5 Competition, quest’auto rimane una delle super berline più emozionanti.

8. Audi RS6 Avant

Ok, l’Audi RS6 Avant non è una berlina, ma saremmo negligenti ad escludere il modello più iconico di Ingolstadt da questa lista. Non sorprende che questa nuova generazione C8 si basi sui punti di forza per cui la RS6 è diventata nota nel corso degli anni, puntando su potenza, trazione e praticità. Ma mentre i suoi predecessori erano storicamente abbastanza riservati nel loro stile, questo non lo è.

Certo, i suoi 591bhp e 590lb ft potrebbero non essere proprio comparabili con artisti del calibro della E63 S, ma c’è abbastanza potenza per ottenere 0-60mph in un tempo incredibilmente breve. Con il nostro ingranaggio di cronometraggio della prova su strada collegato, abbiamo sperimentato una corsa più veloce di 3.28sec e una media di 3.3sec.

Tuttavia, mentre il passo in rettilineo della RS6 è innegabilmente immenso, il suo V8 biturbo da 4,0 litri non è così stravagante come quello della Mercedes-AMG. Anche se le sue quattro ruote sterzanti e il differenziale sportivo torque-vectoring permettono di sentirsi molto più agili e incisivi, non è ancora abbastanza.

Come una super wagon veloce, immensamente sicura e sorprendentemente confortevole, ci sono poche auto là fuori che attraggono allo stesso modo della RS6.

9. Mercedes-AMG CLS 53 4Matic+

Piuttosto che un motore V8, sotto il cofano c’è un modernissimo sei cilindri in linea turbocompresso che, utilizzando compressori a induzione sia convenzionali che elettrici, produce 429bhp alla potenza massima. La coppia è meno facile da rivendicare, poiché l’auto ha anche un motore elettrico che può aggiungere fino a 184lb ft nella trasmissione, per integrare i 384lb ft del motore.

Quest’auto si comporta certamente come una grande berlina quattro porte-cum-coupé con un sacco di coppia da distribuire; è solo un decimo più lenta della vecchia CLS 63 S. Questa è un’auto con un’autentica capacità di touring near-40mpg e un’esperienza di guida raffinata e abbastanza calma.

10. Tesla Model S Performance

Non potevamo lasciarla fuori. Controlli leggermente troppo isolati, un comportamento di guida al limite poco sviluppato e un telaio sospeso ad aria che non comunica particolarmente bene sono certamente deludenti.

Tuttavia, si tratta di una berlina di medie dimensioni, a zero emissioni, con più di 600 CV e 700 lb ft di coppia, una gamma di batterie che dà quasi 400 miglia con una carica e prestazioni da 0-62 miglia.

Come parte di un recente riallineamento dei prezzi, Tesla ha tagliato il prezzo di una Model S top di gamma da più di 130.000 sterline a meno di 90.000 sterline. Si tratta di una tra le super berline da valutare con attenzione prima di acquistarla.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Portabici auto: quali scegliere per le vacanze

Dieci migliori auto super sportive del 2021

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media