Futura Hyundai Ioniq 6: svelate le prime informazioni

L'auto compatta è attesa per la fine del 2022. 

La futura Hyundai Ioniq 6 inizia lentamente a mostrarsi. Prima del 2021, c’era solo una Ioniq nella gamma Hyundai. Un’utilitaria che somigliava alla Toyota Prius, ma che sarà ricordata come il primo modello del produttore coreano ad esistere in forma ibrida, ibrida plug-in ed elettrica.

È bastato questo perché Hyundai lanciasse nel 2021 la Ioniq 5. Si tratta di un modello a zero emissioni che non sostituisce la Ioniq originale, ma inaugura una nuova etichetta per la nuova piattaforma dedicata “E-GMP”.

Così la Hyundai Ioniq 6, una specie di auto compatta con la forma di un SUV, è attesa per la fine del 2022.

Hyundai Ioniq 6: le prime caratteristiche

Il marchio coreano non si è accontentato di fare annunci globali, ha anche presentato alcune concept car che prefigurano i futuri veicoli a venire.

Ma per quanto la Ioniq 5 di produzione sembri molto simile alla concept car 45 che la prefigurava, la Ioniq 6 dovrebbe essere più saggia e più lontana dal suo modello. Per inciso, la Ioniq 5 e 6 non dovrebbero avere molto in comune in termini di stile. Resta la possibile eccezione della firma luminosa a forma di pixel. Per il resto, le linee della berlina saranno tanto lisce e tese quanto quelle della Ioniq 5 sono spigolose.

Hyundai Ioniq 6 caratteristiche

Il profilo del modello di produzione sarà più classico rispetto alla concept car, con una linea del tetto spiovente e uno spoiler sovradimensionato, a tutto vantaggio dello spazio interno e del bagagliaio.

L’aerodinamica dovrebbe comunque essere ben pensata, come confermeranno le cifre ufficiali.

Dal punto di vista tecnico, questa Ioniq 6 sarà basata sulla stessa piattaforma e-GMP della Ioniq 5. Anche se le sue dimensioni sono ancora sconosciute, quelle dello studio Prophecy (4,75 m di lunghezza e un passo di 2,90 m) hanno dato una buona indicazione. Dovrebbe avere dimensioni simili a quelle della Tesla Model 3. Di serie, il motore elettrico sarà collocato sull’asse posteriore, rendendolo una trazione posteriore, ma dovrebbero essere in programma anche versioni a trazione integrale (con un motore aggiuntivo nella parte anteriore).

Una cosa è certa: le sue batterie, che funzionano a 800V fino a valori di circa 240 kW, permetteranno di ricaricarla abbastanza rapidamente.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Skoda Superb: le caratteristiche della prossima berlina

Porsche 911: ibrido ufficialmente confermato

Leggi anche
Contents.media