Guida autonoma livello 5: no per Wozniak

Per Steve Wozniak, co-fondatore di Apple, la guida autonoma di livello 5 appartiene ancora a un futuro molto lontano.

“Mi sto arrendendo a questa idea della guida autonoma. Il livello 5 non accadrà nel corso della mia vita”. Parole forti di Steve Wozniak, reputato come uno dei padri del personal computer e co-fondatore dell’azienda Apple, che si dimostra scettico riguardo a un futuro dove le auto si guideranno da sole senza il totale intervento del conducente.

Guida autonoma livello 5

A chi non è famigliare con questa classificazione proponiamo una veloce spiegazione. Il livello 5 fa parte della classificazione Sae sulla guida autonoma e rappresenta il livello massimo di automazione. Per intenderci, quando non è richiesto l’intervento del guidatore e quindi pedali e volante diventano inutili.

Durante una conferenza stampa a Las Vegas, il pensiero di Steve Wozniak si è fatto scettico. Secondo lui l’imprevedibilità del traffico odierno è eccessiva e non garantirebbe al computer di eseguire i compiti per cui è stato assegnato.

In fin dei conti un computer non può ragionare come un essere umano quando una situazione improvvisa e imprevedibile accade. Come il caso dell’incidente mortale avvenuto a Elaine Herzberg il 18 marzo 2018 in Arizona, dove la donna non venne vista dal veicolo a guida autonoma di Uber e venne investita. Il computer però reagisce più velocemente e meglio dell’uomo, solo quando riesce a conoscere la situazione.

I contrari come Steve Wozniak

Advertisements

Una tecnologia che sicuramente negli ultimi anni ha fatto passi da gigante e che si sta preparando e organizzando per un futuro a guida autonoma, seppur limitato in certe aree dove dovrà esserci anche un diverso comportamento per i pedoni che si muovono nella città. Elon Musk, ad esempio, sebbene non abbia ancora dichiarato nulla sulla dichiarazioni di Wozniak, continua invece a promuovere il tuo Tesla Autopilot. Entro fine anno inoltre potrebbe anche inviare il tanto atteso aggiornamento che renderebbe le auto Tesla completamente autonome, ma sempre sotto il controllo vigile dell’utente.

Scritto da Matteo Mantero
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Differenze fra auto ibride e plug-in: le tre sigle fondamentali

Azioni Ferrari: vola in borsa la rossa, tra luci e ombre del futuro

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media