Notizie.it logo

Lavaggio auto: come fare

Lavaggio auto: come fare

Hai acquistato una macchina nuova e vuoi godertela appieno con un lavaggio fai da te senza spazzole automatiche? Scopri come fare al meglio!

Il lavaggio dell’automobile è un’operazione che riesce a donarti una piacevole sensazione di gratificazione e relax. Scegliere di lavare la macchina da soli rappresenta inoltre una garanzia di una vernice perfetta, come se fosse nuova. I rulli e le spazzole delle stazioni di servizio risultano spesso così invadenti e aggressivi da danneggiare la carrozzeria con graffi o abrasioni. Come è possibile lavare la propria auto in modo sicuro e affidabile? In questa pagina troverai tutte le risposte del caso per far brillare la tua auto!

Lavaggio auto: interni

Prima di procedere alla pulizia degli interni della macchina assicurati che non ci siano residui di alcun tipo, come carta, bottiglie, buste, ecc.

Tutti questi elementi, oltre a essere brutti esteticamente, possono attirare microbi e batteri che danno origine a cattivo odore e scarsa igiene. Pendi ora l’aspirapolvere per rimuovere tutte le particelle di media e grande entità.

Non dimenticare i tappeti del pavimento: utilizza un detersivo spray specifico insieme a una spazzola a setole dure per eliminare lo sporco più ostinato che si è depositato sul fondo. Concentrati prima su una zona e prosegui con le successive, affinché tu debba bagnare l’area una sola volta. Per la pulizia dei tappetini, usa lo stesso procedimento, estraendoli dal veicolo, così da avere più libertà di movimento.

Se esistono delle macchie che non riesci a rimuovere con il detersivo, utilizza un prodotto specifico e, se necessario, procedi al lavaggio del tappeto stesso.

Puoi mettere i tappeti anche sotto l’acqua corrente, purché questi siano realizzati con materiale sintetico e non di stoffa, che potrebbe deteriorarsi. Quando il tappeto del pavimento e i tappetini saranno asciutti procedi alla relativa sistemazione.

E’ ora giunto il momento dell’abitacolo e di tutta la tappezzeria. In base al materiale, scegli dei prodotti appositi per rimuovere lo sporco dalle superfici in plastica o prodotti specifici se si tratta di materiali pregiati, come pelle o legno.

Un argomento a parte spetta ai sedili, che devono essere puliti facendo attenzione al tipo di rivestimento. Prima di dedicarti al lavaggio dei tappetini, porta in avanti i sedili, così puoi pulire il pavimento e rimuovere tutti i residui annidati. Munisciti di un pratico pennello per pulire all’interno delle guide che risulterebbe impossibile con aspirapolvere o strofinacci.

Sedili in stoffa, prodotti e rimedi naturali

Passare l’aspirapolvere in profondità è un buon punto di inizio per eliminare lo sporco, per così dire, “volatile”.

Il problema dei sedili sono le macchie che possono rimanere anche in maniera persistente sui tessuti. Oltre a utilizzare prodotti specifici che puoi trovare in qualunque centro specializzato o al supermercato, voglio darti alcuni consigli su come preparare un detersivo fatto in casa, in pochi e semplici passi!

Prendi del comune detersivo liquido per piatti, bicarbonato e acqua, meglio se calda. In una ciotola versa il sapone per piatti e il bicarbonato e aggiungi l’acqua per creare una soluzione che deve rimanere abbastanza liquida. Con una spazzola, distribuisci il prodotto sui sedili, strofinando con più energia le macchie più ostinate: il sapone per piatti eliminerà le macchie di grasso, mentre il bicarbonato contribuirà a sciogliere la macchia stessa.

Imbevi la spugna nella soluzione e passala in modo circolare sulle macchie.

Termina l’operazione con un asciugamano o un panno fino a che non saranno completamente puliti e detersi. A questo punto non ti rimane che abbassare i finestrini o lasciare le portiere aperte per farli asciugare all’aria.

La pelle, si sa, è un materiale estremamente delicato e, pertanto, deve essere trattato con la massima cura. Questo anche per quanto riguarda la pulizia dei sedili dell’auto. I consigli che troverai di seguito non si riferiscono soltanto per le grandi pulizie, ma dovrebbero essere seguiti per la normale cura della pelle.

Per prima cosa, segui le fasi di pulizia generica con aspirapolvere per rimuovere i residui di sporco più consistenti. Di seguito, puoi scegliere di utilizzare lo stesso rimedio con sapone e bicarbonato, facendo attenzione che l’acqua non sia calda.

Pulisci i sedili con questo rimedio fai da te e procedi all’asciugatura. Se effettui questa operazione nel periodo estivo, sarà sufficiente aprire i finestrini.

Se, al contrario, la farai nei mesi invernali, accendi l’aria calda: la pelle reagirà al calore e assorbirà più facilmente i reagenti. Quando i sedili saranno completamente asciutti, sarà necessario passare un balsamo specifico a base di acqua con pH neutro per riportare la pelle alla brillantezza e all’aspetto originali.

Esterno

Se l’interno della macchina è pulito e profumato, non puoi di certo trascurare la carrozzeria. Parcheggia l’auto in una zona all’ombra, così che i raggi solari non possano fare evaporare l’acqua, lasciando dei brutti aloni sulla vernice. Esegui quindi dei semplici accorgimenti, come alzare i tergicristalli, rimuovere l’antenna o chiudere i finestrini, per evitare spiacevoli inconvenienti.

Prepara tutto il necessario al lavaggio vicino alla macchina, per agevolarti il lavoro e rendere più comodi i movimenti, ovvero: tre secchi di acqua (due per insaponare e uno per risciacquare), dei guanti, dei panni in micro-fibra, un tubo da giardino e una spatola per le gomme.

Versa il sapone detergente nei due secchi, leggendo attentamente quanto riportato sulle confezioni. Riempi con abbondante acqua i secchi, così da essere pronto anche per la fase successiva del risciacquo. In base a quanto sporca è la tua macchina, puoi scegliere se usare uno o due secchi di acqua saponata, l’importante è avere un secchio utile per il risciacquo.

Inizia a bagnare l’auto con il tubo da giardino per ammorbidire lo sporco. Utilizza il getto classico e non a pressione che, in questa fase, potrebbe causare la graffiatura della vernice. Ricorda inoltre di dirigere il getto sempre verso il basso, al fine di far scivolare via lo sporco. Ti consiglio di occuparti immediatamente degli elementi più “antipatici”: le ruote. E’ possibile che residui di terra o catrame si siano infiltrati e hai bisogno di una spatola lunga e sottile per pulire alla perfezione le aperture dei cerchioni. Se sono già pulite, basterà passare una spugna e lavarle come il resto della carrozzeria.

Occupati adesso del resto della macchina: imbevi la spugna con l’acqua saponata e verifica SEMPRE che non ci siano residui che possano rovinare la vernice, come granelli di polvere o terra. Parti dal segmento superiore della macchina, ovvero dal tettuccio, per scendere verso il basso; questo perché l’acqua permetterà di ammorbidire ancora di più lo sporco della parte inferiore della carrozzeria. Dopo aver lavato ogni parte, procedi al risciacquo per evitare che il sapone si asciughi, lasciando segni indelebili sulla vernice.

Terminata la pulizia della carrozzeria, asciugala con un panno morbido e asciutto e, in seguito, applica la la cera che, oltre a migliorarne l’aspetto, ne preserva la durata.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche