Le auto dai punteggi più bassi dei designer

Le realizzazioni meno riuscite dai designer.

Anche a un genio sono concessi uno o due errori, e in questa classifica troverete le auto dai punteggi più bassi dei designer.

Vediamo quali sono.

Le auto dai punteggi più bassi

Giugiaro – Hyundai Stellar

Giugiaro è stato nominato Car Designer del secolo nel 1999, un trofeo che senza dubbio sventola con piacere al Designers’ Club.

Poi Walter de Silva tira fuori la foto della Hyundai Stellar del 1983 che tiene nella tasca del suo gilet proprio per questi momenti, e tutto diventa silenzioso.

Pininfarina – Hyundai Matrix

Anche un catalogo posteriore pieno di tutte le Ferrari più belle mai prodotte – 250 GT Lusso, Dino e 458 Italia – non ti dà un lasciapassare. L’azienda torinese ha progettato anche treni e aerei; forse hanno dato per sbaglio alla Hyundai i progetti di una fotocopiatrice.

Harm Lagaay – Cayenne

C’è un’ovvia barzelletta sul nome di Lagaay a cui arriveremo più avanti, ma mentre era alla Porsche ha avuto una grossa mano nelle 993 e 996, 968, Boxster e Carrera GT. Tutte macchine di bell’aspetto. Tuttavia, ha anche avuto il poco invidiabile compito di creare la prima Cayenne, mentre noi abbiamo dovuto soffrire il dolore di guardarla.

Chris Bangle – BMW Z4

Sarebbe un ovvio colpo basso per rovinare ogni mossa di Bangle, ma ingiustificato.

Ha creato la bella Fiat Coupé, la serie 7 E65 è stata uno shock ma oggi sembra migliore in versione pre-facelift, e la serie 5 E60 spacca ancora. Ma la Z4 di prima generazione che ha firmato? Non così tanto.

Walter De Silva – Alfa 166

Creatore dell’Alfa 156 e dell’Audi R8 e responsabile di aver dato alla Seat una propria identità visiva all’interno del gruppo VW, de Silva si è guadagnato il diritto di andare in pensione e di seguire la strada che ha scelto, quella di produrre scarpe da donna.

Tuttavia la 166 sembrava una 156 che aveva cercato di ingoiare un frisbee gigante. E ha fallito.

J Mays – VW Nuovo Maggiolino

Proprietario del nome più corto nel design automobilistico, J-May deve assumersi almeno una parziale responsabilità per il revival retrò degli anni ’90 e per il prodotto meno ispirato di quell’epoca. Siamo onesti, cosa fareste se un appuntamento si presentasse in un vecchio New Beetle? Esattamente: vi nascondereste nei bagni.

Tom Peters – Pontiac Aztek

Il designer GM Peters ha nel suo portfolio la Camaro e la Corvette C6, entrambe accattivanti. Ma lo è anche l’altro notevole lavoro di Tom, la Pontiac Aztek. Spesso etichettata come l’auto più brutta della storia, il suo ruolo in Breaking Bad assicura che la Aztek non sarà dimenticata molto presto. Purtroppo per lui.

Marcello Gandini – Lamborghini Jarama

Progettista di un nightclub, di un elicottero e di una delle più belle auto di tutti i tempi – la Miura – Gandini aveva un occhio di riguardo per un corpo sinuoso, almeno fino al 1970 quando gettò le sue curve francesi nel cestino. La Countach ci è piaciuta molto, ma la Jarama sembra un Transformer sotto diazepam.

le auto dai punteggi più bassi

I.DE.A – Kia Rio

L’istituto italiano I.DE.A ha creato alcuni lavori spigolosi nei suoi primi giorni – Fiat Tipo, Alfa 155 – ma con il passare degli anni i clienti sono diventati meno glamour, e così il prodotto finale. Il nadir è arrivato nel 2000 con la Kia Rio di prima generazione, che ha puntato sulla tragedia oltre che sul valore.

Giovanni Michelotti – Scimitar SS1

Il catalogo di Giovanni Michelotti è pari a quello di qualsiasi altro designer della storia, includendo auto diverse come la Triumph Stag, Spitfire e GT6, l’Alpine A110 e la BMW New Class. Se solo Reliant lo avesse salvato da se stesso e avesse rifiutato di costruire la sua Scimitar SS1.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Le auto dai grandi motori a benzina: classifica

Come cambiare le gomme dell’auto: i consigli e le modalità

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media