Lexus RX 2022: tutte le foto e le informazioni sul SUV

Anche se non è mai stata progettata per l'Europa, la grande RX è molto importante per Lexus. Ecco tutto ciò che sappiamo in merito.

La Lexus RX 2022 sta facendo parecchio parlare di sé. In Europa, i produttori premium sono rappresentati quasi esclusivamente dal triumvirato Audi, BMW e Mercedes. Ma gli automobilisti in cerca di originalità e non meno esigenti sanno anche che Lexus non ha nulla da invidiare a questo trio infernale.

Anche se non ha la loro stessa età, l’etichetta chic del gruppo Toyota è riuscita a costruirsi un’ottima immagine in poco più di trent’anni di esistenza e, se non una reputazione, una in cui l’RX ha sempre svolto un ruolo essenziale.

Lanciato nel 1998, questo SUV di grandi dimensioni ha subito lottato contro la Mercedes ML (1997) – ora GLE – e la BMW X5 (1999), prima che Audi intervenisse con la sua Q7 (2005).

A distanza di quasi 15 anni, il lancio della nuova RX rimane fondamentale per il costruttore giapponese.

Un nuovo RX da zero

Soprattutto perché per questa quinta generazione Lexus dichiara di essere partita da zero. Più precisamente, dalla nuova architettura GA-K inaugurata dal recente NX. Tuttavia, dal punto di vista estetico, questo nuovo modello è più simile alla RZ, con dimensioni ancora molto imponenti. Non più lungo di prima (4,89 m), il nuovo RX è stato ridotto a 1,71 m (-15 mm), mentre la carreggiata è stata allargata e il passo allungato (2,85 m, + 6 cm).

Se a ciò si aggiunge una linea del tetto più arretrata nella parte posteriore, questa RX “5” appare più imponente che mai. Se il frontale lo distingue dal fratello minore NX, la striscia luminosa sul retro sembra essere un prestito poco mascherato.

Lexus RX 2022

Lexus RX 2022: gli interni

Ricevendo come un re, cosa che già faceva in precedenza, la nuova RX inaugura una nuova plancia il cui pezzo forte non è altro che un grande schermo touch screen da 14 pollici. Questa interfaccia, di serie, permette di gestire sia il sistema multimediale che tutti i comandi per la vita a bordo. Sebbene spesso si deplori l’abbandono dei pulsanti veri e propri, il SUV Lexus ha trovato una via di mezzo mantenendo tre manopole per gestire la temperatura del clima e il volume della radio.

E poiché tutte le altre funzioni sono accessibili con meno di tre clic nel sistema e lo schermo è reattivo come quello di uno smartphone, l’intera operazione è di rapida comprensione. Non è necessario soffermarsi sulla cura nella scelta dei materiali e nel loro assemblaggio, entrambi irreprensibili.

Tre motori ibridi

Anche dal punto di vista meccanico, la Lexus RX fa tabula rasa del passato. Non sorprende che i clienti abbiano diritto solo all’ibrido, in tre versioni: 350h, 450h+ e 500h. Introdotti sulla nuova NX, i primi due propulsori rimangono invariati: da una parte un 350h non ricaricabile da 245 CV e dall’altra un ibrido ricaricabile a trazione integrale 450h+ da 306 CV e 572 Nm di coppia che promette 65 km di guida completamente elettrica grazie a una batteria da 18,1 kWh lordi.

Al top della gamma, la 500h (non ricaricabile) è invece una novità, con un motore 2.4 turbo e un motore elettrico da 80 kW sull’asse posteriore. Il tutto musicato da un innovativo cambio automatico a 6 rapporti e da un sistema di trazione integrale che regola costantemente i 371 CV e i 645 Nm di coppia tra i due assi. Per il momento, Lexus non dice da dove provenga questo nuovo motore a 4 cilindri sovralimentato, probabilmente derivato dal 2.5 originale Toyota delle altre varianti, né quale sia la capacità della piccola batteria.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

La berlina elettrica bZ5 di Toyota è già in commercio

Ineos: in cantiere una piccola 4×4 100% elettrica

Leggi anche
Contents.media