Mercedes SL 2021: la nuova ammiraglia roadster di AMG

Un carattere marcatamente sportivo.

La Mercedes SL fa parte della gamma del marchio della Stella da decenni. Più che un semplice aggiornamento, è quasi una rivoluzione rispetto alla generazione R231 prodotta tra il 2012 e il 2021. La generazione R232 risparmia anche 21 kg di peso rispetto all’hard top pieghevole usato per quasi 20 anni.

Dopo le rigorose biposto R230 e R231, il marchio con la stella torna anche a una configurazione 2+2, che è più versatile, anche se non ci si può aspettare di viaggiare comodamente dietro.

La lunghezza totale è comunque di 4,71 m, 9 cm più lunga di prima! Tuttavia, la più grande novità è che la nuova SL ha un badge Mercedes-AMG. Questo significa che, come per la AMG GT, i maghi di Affalterbach sono stati responsabili del suo sviluppo.

Mercedes SL: un telaio affilato

Il messaggio è forte, perché invece di essere etichettata come un’auto di lusso, la SL si presenta per la prima volta dopo anni con un carattere marcatamente sportivo. Questo non le impedisce di pesare 1.970 chilogrammi, e allo stesso tempo non rende davvero giustizia alle sue iniziali, che stanno per Sport Leicht (tedesco per “sport leggero”). Per garantire un minimo di dinamismo, Mercedes ha dispiegato tutto l’armamentario a sua disposizione per rendere il suo bambino grande una macchina efficiente e veloce.

Così, un sistema antirollio idraulico semi-attivo invece di semplici barre di torsione, un differenziale posteriore a controllo elettronico e lo sterzo della ruota posteriore che gira in direzione opposta alle ruote anteriori fino a 100 km/h (nella stessa direzione sopra) sono caratteristiche standard. La SL sarà anche offerta esclusivamente con la trazione integrale 4MATIC+. I suoi creatori hanno voluto rendere l’emblematico roadster un’auto versatile ed efficiente, quindi l’asse anteriore non sarà mai totalmente scollegato.

Tutto ciò, a differenza della E 63 S che ha una modalità drift rendendola pura trazione posteriore.

I responsabili tecnici ci hanno assicurato che l’asse posteriore sarebbe stato molto favorito di default, e che la ripartizione della coppia sarebbe stata 50/50 solo quando la necessità di aderenza è maggiore.

Mercedes SL telaio

Nessuna versione elettrica nel prossimo futuro, ma un ibrido plug-in

Lla ricerca di aderenza sarà una domanda, dal momento che la cabriolet sarà disponibile solo inizialmente nella versione SL 63 4MATIC+. Sarà dotata di un buon vecchio V8 accoppiato con la trasmissione multi-frizione chiamata 9G-MCT. Questo motore 4.0 biturbo sviluppa 585 CV e non meno di 800 Nm di coppia, abbastanza per accelerare da 0 a 100 km/h in soli 3,6 secondi e raggiungere 315 km/h. Altri motori e livelli di potenza saranno disponibili in futuro.

Nei mercati diversi dal nostro, al lancio sarà offerta anche una versione SL 55 4MATIC+ più tranquilla, dotata dello stesso motore 4.0 V8, sgonfiato a 476 CV, ma con una diversa pressione di sovralimentazione e gestione elettronica. La nuova architettura utilizzata per la SL, pur non avendo una sola parte in comune con la generazione precedente, non è progettata per ospitare le batterie di un motore 100% elettrico. Tuttavia, un ibrido ricaricabile non è fuori questione.

Dovremmo quindi vedere l’arrivo di versioni elettrificate per livellare la gamma dall’alto, con ad esempio la versione 63 S E Performance con 843 CV e un totale di 1.400 Nm di coppia recentemente presentata al Salone di Monaco. Porsche sta facendo lo stesso con la Panamera riservando i motori più potenti per gli ibridi.

È quindi possibile, anche probabile, che vedremo un motore ibrido plug-in 4 cilindri come un modello entry-level, che troverà il suo posto anche sotto il cofano della futura C 63 AMG.

Un interno perfetto

L’interno del tedesco è molto ben progettato. Prese d’aria a turbina, pelle scamosciata, carbonio, alluminio, non manca nulla. Mentre il layout molto classico ricorda molto l’interno della nuova Classe S, la SL ha un grande schermo da 11,9 pollici in formato verticale. Può essere inclinato da 12 a 32 gradi per evitare qualsiasi riflesso indesiderato quando la parte superiore è piegata.

Mercedes SL interno

Nella SL 63, il sistema di infotainment incorpora un’applicazione AMG Track Pace, che visualizza tutta la telemetria relativa alle uscite in circuito. Tuttavia, le sue funzionalità non si fermano qui, poiché è anche possibile scegliere da un database di piste pre-registrate (Spa, il Nürburgring, ecc.) o anche registrare una pista dopo averla percorsa, in modo che l’head-up display mostri i punti di frenata e l’angolo delle curve.

Una volta che un tempo è stato impostato, è anche possibile seguire la linea di gara presa sul giro precedente tramite la realtà aumentata. Caratteristiche che prima esistevano solo nei videogiochi sono ora disponibili nella vita reale!

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Rolls Royce Black Badge: la versione di lusso casual

Mini Countryman: i dettagli sulla nuova generazione

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media