Pneumatici: tutte le informazioni di manutenzione

Nella manutenzione dei pneumatici ci sono operazioni di routine, che ricoprono un ruolo fondamentale. Cerchiamo di capire quali sono e in cosa consistono. Si va dalla classica sostituzione alla equilibratura, fino alla sostituzione causata dal raggiungimento del limite massimo di profondità dei battistrada

A chi bisogna rivolgersi per sostituire i pneumatici?

Non è semplice scegliere i pneumatici quando si tratta di sostituirli. In fin dei conti si assomigliano tutti, solo con prove a stretto confronto effettuate da specialisti si possono valutare le differenze tra un modello e l’altro. L’ampiezza dell’offerta, dalle marche note a tutti a quelle sconosciute anche agli addetti ai lavori e l’escursione dei prezzi, che raggiunge anche il 50% per lo stesso prodotto, è tale da disorientare chiunque. Motivo per il quale, la maggior parte delle persone si affidano al gommista, al quale, il più delle volte si chiede di spendere poco.

Ma oggi come oggi ci sono molte possibilità per risparmiare. Il segreto è documentarsi e valutare tutte le offerte senza trascurare i dettagli.

I canali da battere sono diversi: Internet, i centri commerciali, le officine delle reti di fast fit e gli stessi gommisti. Innanzitutto è importante la navigazione dei siti specializzati nel commercio di pneumatici. Scegliendo la misura delle coperture a cui si è interessati in pochi istanti si visualizzano tutti i modelli disponibili, che possono essere anche svariate decine.

È bene sempre valutare e tastare il rapporto qualità prezzo. Bisogna sempre ricordarsi di aggiungere all’importo visualizzato il costo per il montaggio e l’equilibratura (10-15 euro a gomma), che sugli acquisti online possono inficiare di molto sull’esborso complessivo, e sono sempre a parte, specie sulle marche più piccole.

Ogni quanto bisogna verificare l’equilibratura dei pneumatici?

Quando oggetti che ruotano non sono più simmetrici, avviene lo sbilanciamento: ciò può essere causato, ad esempio, da un usura non alla pari sui pneumatici dell’auto e un episodio del genere accade se la convergenza non è impostata correttamente.

L’asimmetria si nota facilmente dalle vibrazioni del volante all’aumentare della velocità. Le conseguenze sono: compromissione della sicurezza, danni alle sospensioni e allo sterzo. Bisogna in tali casi ricorrere ad un esperto per l’allineamento delle ruote e per l’equilibratura dei pneumatici.

L’equilibratura dei pneumatici è un’operazione che, ad ogni modo, non va fatta solo se ci sono dei problemi. Si tratta di un comportamento di routine nella manutenzione della macchina che andrebbe fatto come minimo ad ogni cambio gomme.

A quale profondità limite è necessario cambiare i pneumatici?

Il battistrada non deve essere mai sfruttato fino al limite di legge (profondità degli incavi pari a 1,6 mm): al di sotto dei 3 mm l’aderenza sul bagnato si riduce sensibilmente. Nel caso dei pneumatici invernali le prestazioni sulla neve decadono se si scende sotto i 4 mm di spessore.

Tuttavia la longevità di un pneumatico può variare a seconda del modello. Inoltre dipende da numerosi fattori che possono riguardare lo stile di guida e la strada da percorrere. Da ricordare anche che la velocità con cui si consumano le ruote anteriori è due volte superiore rispetto alla ruote posteriori.

Scritto da Gaetano Lagattolla
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Parcheggio: applicazioni smartphone per pagare la sosta

Moto 3: caratteristiche, significato e regolamento della categoria

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media