Notizie.it logo

Spurgo freni: guida e consigli utili

Spurgo freni: guida e consigli utili

Molto importante per la sicurezza di guida, l’operazione di spurgo freni è troppo spesso sottovaluta. Vediamo come farla da soli

Lo spurgo freni rientra nelle visite periodiche che il veicolo deve sostenere al fine di avere una buona manutenzione. L’importanza di tale operazione è spesso disattesa dagli automobilisti, inconsapevoli e poco informati anche dalle case automobilistiche. Quest’ultime infatti, non hanno tanto chiara la situazione e continuano a indicare soluzioni diverse.

A complicare il tutto, la presenza di quattro tipi di liquidi per freni, ognuno con caratteristiche diverse: DOT3, DOT4, DOT 5 e DOT 6.

Lo spurgo freni è senz’altro un’operazione non molto semplice da compiere. Per questo si consiglia di affidarsi al “fai da te” , solo se si ha una buona manualità unita a una solida conoscenza di meccanica. Per tutti gli altri, la soluzione ideale è quella di affidarsi a un’officina specializzata.

Perchè fare spurgo freni

Lo spurgo freni va effettuato per eliminare le bolle d’aria che con i chilometri percorsi dal veicolo, si vanno a formare nel circuito frenante.

Lo spurgo dei freni è necessario in quanto il liquido tende ad assorbire umidità. Quest’ultima, sebbene presente in minime percentuali, non è altro che acqua diluita nei freni. Con le frenate più energiche, a causa quindi delle alte temperature, l’umidità si trasforma in vapore acqueo. Questo fenomeno, a lungo andare, provoca un decadimento dell’efficacia della frenata.

Se si vuole ricorrere al “fai da te” per lo spurgo freni è senza dubbio necessario il supporto di una seconda persona. Si ricorda inoltre che per la riuscita di questa operazione, bisogna agire su ogni singola ruota.

In caso contrario, bisogna affidare il proprio veicolo a un’officina specializzata dotata di particolari attrezzature.

Quando farlo

Non esiste un periodo di riferimento ben preciso.

Alcune case costruttrici indicano che lo spurgo freni va effettuato ogni 2 anni, indipendentemente dai chilometri percorsi. Altre fanno riferimento a un intervallo chilometrico che oscilla da 40 mila a 80 mila km all’anno. Qualche costruttore invece, consiglia lo spurgo almeno una volta all’anno nel caso in cui si abbia a che fare con un clima umido. A completare questo quadro già confuso, ci sono alcune case automobilistiche che sono contrarie nell’effettuare questa operazione ogni due anni.

In tutta questa situazione, l’unica figura che ci rimette è il povero automobilista. Di già poco consapevole di tutto ciò che riguarda lo spurgo freni, non può fare altro che affidarsi nelle mani di un esperto del settore con la speranza di venire consigliato nel migliore dei modi.

Costi e a chi rivolgersi

La soluzione ideale per risparmiare sarebbe quella di effettuare lo spurgo freni da soli.

O meglio, accompagnati da un’altra persona, indispensabile per il compimento dell’operazione. Se non si è in grado di procedere con il “fai da te”, è consigliato portare il veicolo in un’officina specializzata.

Nel caso si volesse procedere “da soli”, è indispensabile avere gli strumenti giusti.

Vediamoli:

  • Cric;
  • Cavalletti;
  • Chiave esagonale;
  • Bottiglia di plastica;
  • Tubicino trasparente;
  • Stracci o carta assorbente;
  • Guanti in lattice;

Il costo di questo materiale si aggira intorno ai 30 euro. A questo vanno aggiunti 2 flaconi di olio dal costo di 12/15 euro l’uno. La spesa totale quindi oscilla tra i 54/60 euro.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.