Tipi di vernice per auto: colori, tipologie e caratteristiche

Per aiutarvi a scegliere tra le varie opzioni, vi illustreremo le diverse finiture.

Tra le tante, tantissime cose da considerare quando si acquista un’auto nuova ci sono i tipi di vernice per auto. Con una gamma così vasta di colori disponibili, può essere difficile sapere da dove cominciare, soprattutto se si considerano le numerose tipologie tra cui scegliere.

A parte il costo, come si differenziano i vari tipi e quali sono i vantaggi di sceglierne uno piuttosto che un altro? Per aiutarvi a scegliere tra le varie opzioni, vi illustreremo le diverse finiture.

Tipi di vernice per auto: colori, tipologie e caratteristiche

Vernice solida

La maggior parte delle auto, a parte quelle più costose, è disponibile in un colore di base a tinta unita, solitamente bianco, rosso, blu o nero.

Spesso, se il colore della vernice non aumenta il costo dell’auto, si tratta di una vernice a tinta unita.

Le auto con vernice a tinta unita sono sottoposte a un’unica applicazione del colore, seguita da una mano di vernice (detta trasparente) che le protegge da scheggiature, graffi e condizioni atmosferiche avverse. Molti produttori utilizzano la cosiddetta vernice “bicomponente”, in cui la vernice acrilica viene miscelata con un agente indurente isocianato per formare una consistenza tipo supercolla, eliminando la necessità di una vernice trasparente separata.

Metallizzato

Più o meno come le vernici solide, le varietà metallizzate si differenziano per l’aggiunta di una piccola quantità di metallo in polvere. Le dimensioni e il tipo di metallo aggiunto variano a seconda delle scelte del produttore, ma di solito si tratta di circa 1 parte su 50 di polvere di alluminio. Le particelle metalliche nella vernice raccolgono e riflettono una quantità maggiore di luce incidente rispetto ai colori di base, conferendo un aspetto elegante e innegabilmente cool.

tipi di vernice per auto quali sono

Perlata

Invece delle particelle metalliche, le vernici perlescenti sono realizzate con cristalli di ceramica che non solo riflettono la luce, ma la rifrangono. In questo modo la finitura si divide in diversi colori, lasciando entrare una parte della luce e rallentandola al suo passaggio, conferendo alla vernice uno scintillio che varia a seconda di come si guarda l’auto.

Finiture opache

Il tipo più raro, le finiture opache tendono a essere grigie o nere e aggiungono un aspetto premium e di alta gamma a qualsiasi motore. A volte hanno una finitura satinata o serica più riflettente rispetto a un aspetto opaco vero e proprio, ma in linea di massima sono la stessa cosa. La finitura impedisce alla vernice di riflettere la luce, conferendo all’auto una qualità vaporosa e piatta che sta diventando sempre più popolare.

LEGGI ANCHE:

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contentsads.com