Notizie.it logo

Volvo annuncia novità sulla sicurezza a bordo

volvo

Tante novità in chiave sicurezza in arrivo da Volvo

La sicurezza stradale è sempre stato uno degli aspetti più cari alla Volvo. Negli ultimi anni hanno infatti sviluppato modelli sempre più sicuri, dotati di sistemi di sicurezza all’avanguardia. I sistemi di sicurezza di un veicolo possono essere diretti (airbag, paraurti…) o indiretti (sensori, telecamere ABS…). Dopo aver immesso sul mercato veicoli che hanno ottenuto i massimi punteggi nei crash test, Volvo sta ora lavorando sulla prevenzione degli incidenti.

Le cause degli incidenti

La maggioranza degli incidenti stradali si verifica per tre semplici motivi: stato di alterazione del conducente, distrazione del conducente e velocità troppo elevata. Questi tre fattori messi insieme formano il 90% degli incidenti stradali mortali in strada. Proprio per questo negli ultimi anni la FIA (Federazione Internazionale Automobilismo) sta proponendo campagne di sensibilizzazione sui limiti di velocità, sul consumo di alcol e sulle distrazioni causate dagli smartphone, ottenendo buoni risultati.

Il lavoro di Volvo

Nonostante gli sforzi delle campagne di sensibilizzazione, Volvo sta cercando di rendere i veicoli in grado di intervenire in caso di guida in stato di alterazione e distrazione.

Per farlo sta pianificando l’inserimento di telecamere a bordo del veicolo in grado di monitorare lo stato del guidatore. Ad esempio sarà in grado di monitorare i movimenti oculari del guidatore, la sua postura, la forza impressa sullo sterzo e reagire di conseguenza in caso di allarme. Non ancora precisamente definito l’intervento che la Volvo metterebbe in atto, ma si parla di una riduzione della velocità e, nei casi più gravi, l’arresto in sicurezza del veicolo.

Una questione etica

Sebbene si tratti di misure di sicurezza utili per tutti gli utenti della strada sorge una questione etica. Può un veicolo modificare il comportamento di un essere umano? Si tratta di una questione molto difficile da affrontare che necessita di un dialogo molto serio con tutte le parti in campo. Henrik Green, Vicepresidente Volvo Cars, ha così dichiarato:

Quando si tratta di sicurezza, il nostro obiettivo è arrivare a evitare del tutto gli incidenti piuttosto che minimizzare l’impatto dell’auto quando l’incidente è ormai imminente e inevitabile. In questo caso, le telecamere potranno monitorare il guidatore per intercettare eventuali comportamenti che potrebbero causare incidenti con feriti gravi o vittime

Trent Victor, Docente specializzato nei comportamenti di guida ha poi aggiunto:

Sono numerosi gli incidenti che si verificano a causa di guidatori in stato di alterazione. Alcune persone pensano ancora di essere in grado di guidare dopo aver bevuto, che il drink non comprometta in alcun modo le loro facoltà. Noi desideriamo assicurare che nessuno venga esposto a rischi a seguito di uno stato di alterazione psicofisica

Sicuramente in Volvo hanno pienamente ragione a voler limitare gli incidenti mortali, ma bisogna capire fino a che punto la tecnologia può sostituirsi all’uomo e prendere decisioni al posto suo.

Altre novità

Non solo le telecamere a bordo: in Volvo stanno lavorando a tutto tondo e a partire dal 2021 ogni veicolo Volvo avrà la sua velocità massima limitata a 180 chilometri orari.

Infine, sempre a partire dal 2021, sarà disponibile in sistema Care Key che consentirà ai possessori di una Volvo di preimpostare autonomamente una velocità massima prima di prestare il veicolo a terzi.

© Riproduzione riservata
Leggi anche