L’azienda di elettronica Xiaomi pronta al debutto nel settore auto

Xiaomi nel settore auto: nel 2024 il debutto

Prosegue l’espansione dei colossi big tech nel mondo delle auto. Dopo Apple, Sony e Huawei, anche Xiaomi vuole la sua parte. Già dall’anno scorso, l’intenzione di Xiaomi era quella di entrare nel mercato automobilistico. Il colosso cinese dell’elettronica aveva annunciato di mettere in pratica un piano di investimento da 10 miliardi di dollari.

Xiaomi nel settore auto: nel 2024 il debutto

Dalle nuove indiscrezioni riportate da Bloomberg, Xiaomi sarebbe pronta ad accordarsi con la casa automobilistica cinese Baic, per riuscire a far debuttare un primo modello già nel 2024. Nei mesi scorsi Xiaomi ha incontrato più volte difficoltà per ottenere la licenza di costruttore di veicoli elettrici.

Il governo di Pechino ultimamente ha messo un vero e proprio freno alle iniziative di molte startup, che sfruttando gli incentivi statali, hanno provato a introdurre sul mercato cinese veicoli a batteria spesso però con esiti per niente positivi.

Ecco perchè il governo cinese sta incentivando alleanze tra aziende che assicurino maggiori possibilità di successo.

L’alleanza di Xiaomi con Baic nel settore auto

Attraverso l’accordo con la Baic, Xiaomi avrebbe così tutte le carte in regola e le licenze necessarie per avviare la produzione di auto elettriche con un marchio proprio. Stando alle fonti, una delle proposte riguarderebbe l’acquisto di una partecipazione nello stabilimento Hyundai di Pechino, frutto della collaborazione tra Baic e Hyundai già autorizzata a produrre auto in Cina.

L’impianto risale al 2008 e attualmente è occupato solo per il 50% della sua capacità. Per adeguarlo alla produzione di auto elettriche sarebbero quindi necessari interventi e investimenti che in questo caso sarebbero assicurati dall’azienda di elettronica Xiaomi. Prepariamoci quindi ad un futuro delle auto sempre più elettrico e diversificato, con l’entrata nel settore automobilistico da parte di aziende che non sono propriamente del settore.

Per altre news sul mondo delle auto, leggi anche:

Scritto da Michele Zacchia
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contents.media