Addio alla Renault Scenic alla fine del 2022: ecco perché acquistarla ora

A sei mesi dal suo pensionamento, la Renault Scenic rimane una delle migliori monovolume ancora disponibili sul mercato.

Dobbiamo rinunciare all’attuale Renault Scenic, che esiste solo nella variante a 7 posti, in attesa della prossima? Certamente no! Ecco alcuni buoni motivi per acquistare la “vera” Renault Scénic prima che scompaia.

Renault Scenic: una vera monovolume e un’abitabilità a 7 posti

Sebbene la Scénic Vision sia solo un concept, la sua silhouette e le sue dimensioni corrispondono al 90% a quelle del modello di serie. Con una lunghezza di circa 4,5 metri e nonostante lo spazio disponibile nell’architettura delle auto elettriche, la prossima Renault Scenic non offrirà mai lo stesso livello di spazio della generazione attuale. Sebbene abbia perso i sedili singoli a favore di una panca divisa, la Scénic di oggi rimane estremamente spaziosa, soprattutto perché l’altezza da terra non è superiore a quella di una berlina tradizionale.

Con il pianale ribassato, l’altezza dell’abitacolo e la soglia di carico del bagagliaio sono ancora più favorevoli, a tutto vantaggio dei passeggeri.

Un motore a benzina potente, economico e affidabile

In prossimità del pensionamento, la Renault Scénic “4” ha già fatto un bel po’ di pulizia nella sua gamma di motori. Ora è possibile scegliere tra due sole motorizzazioni: TCe 140 o TCe 160. In realtà si tratta dello stesso motore, l’1.3 turbo, ma con una potenza diversa.

Questo motore a 4 cilindri è molto fluido, disponibile e silenzioso ed è un ottimo compagno di viaggio. Questo non ci fa dimenticare il diesel, che era ben adatto a questo viaggiatore, ma il suo consumo rimane ragionevole sotto il cofano di una monovolume, con una media di circa 8 l/100 km. Il TCe 160 è abbinato al cambio automatico EDC ed è disponibile solo nel livello di allestimento Executive, mentre il TCe 140 offre all’acquirente la scelta di un cambio manuale o EDC7 “6”.

Renault Scenic motivi per acquistare

Comportamento stradale piacevole

La sua silhouette non lascia dubbi sulla sua vocazione, ma questa Renault Scénic conserva un certo talento per la guida. Pur essendo meno dinamica di una Peugeot 5008 trasformata in SUV, la monovolume Renault rimane una delle più piacevoli da guidare della sua categoria. Lo sterzo è un po’ troppo assistito ma diretto, e il rollio è ben contenuto in curva. La Renault Scénic è abbastanza dinamica e riesce anche a essere abbastanza confortevole, a parte una leggera rigidità a bassa velocità. Ciò è tanto più perdonabile in quanto la francese è dotata di cerchi da 20 pollici, che contribuiscono a conferirle un aspetto molto più moderno rispetto a quello di una tradizionale monovolume.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contents.media