Auto di Fast and Furious 4, i modelli che compaiono nel film

Auto Fast and Furious 4, ecco alcuni dei cento modelli che compaiono nella pellicola.

Auto Fast and Furious 4, tante sono quelle rimaste nel cuore degli appassionati: ma forse non tutti sanno che sono (almeno) 97 i modelli che sono stati inquadrati abbastanza a lungo mostrando dettagli che le rendessero riconoscibili ai fan più accaniti, anche se il numero totale di veicoli presenti nella pellicola supera il centinaio.

Si tratta di auto di lusso e d’epoca per la maggior parte, che vanno dal 1964 all’anno 2009 per le più recenti.

Le auto Fast and Furious 4

Tra le auto degli anni ‘60 ad esempio troviamo la Chevrolet Impala 1769, che nel 1965 è stata la più acquistata degli Stati Uniti tra le vetture fullsize – quindi dalle grandi dimensioni – con oltre 1 milione di auto vendute. Dello stesso periodo troviamo tra le auto Fast and Furious 4 anche la Dodge Coronet del 1969, altra statunitense in commercio fino alla metà degli anni ’70 che nella sua prima serie montava un cambio manuale a tre rapporti azionato da un pedale e quindi priva di leva del cambio.

Passando agli anni ’70 citiamo la Chevrolet Chevelle nell’allestimento SS, sigla sinonimo di alta gamma con accessori e motore ad elevate prestazioni e che grazie all’equilibrato rapporto tra prezzo e qualità, e grazie anche allo spazio adeguato a una famiglia di 5 persone, era diventata estremamente diffusa al tempo sia in strada che in pista.

Un’altra icona presente tra le auto Fast and Furious 4 è la Lincoln Continental Town Car 53A, limousine di gran lusso celebre soprattutto per essere stata scelta dai Servizi Segreti americani come l’auto ufficiale del presidente USA John F.

Advertisements

Kennedy tra il ’61 e il ’63 e utilizzata anche in alcune occasioni dai presidenti successivi fino al 1977.

Dagli anni ’80 al 2000

Arriviamo agli anni ’80, riconoscibili ad esempio nella Toyota Corolla SR5 Sport Liftback AE86 agile e leggera sport coupè giapponese. Una curiosità è legata al suo nome, che era stato ispirato da quello di uno dei circuiti di gare automobilistiche neozelandesi della Tasman Championship Series (che si tenne tra il ’64 e il ’75 durante la off season della Formula Uno).

Gli anni ’90 sono rappresentati anche dalla Ford Aerostar che nasce nel 1992 inaugurando una serie di modelli di van a 7 posti prodotti da Ford in vari allestimenti, con la particolarità di essere il primo minivan a montare un motore V6.

L’inizio del nuovo millennio è segnato dall’arrivo della Cadillac DeVille, la ottava generazione di questo modello che si è distinto per essere il primo a equipaggiarsi di una telecamera termografica capace cioè di aumentare la visibilità notturna e vedere meglio i dettagli anche a distanza al buio, nonchè tra i primi veicoli in assoluto a montare fari con tecnologia LED negli USA.

Scritto da Elena Piu
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ferrari V6, ibrida di lusso: motore e prezzo

Auto Kia: come funziona il noleggio a lungo termine?

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media