BMW conferma di essere al lavoro su una M3 elettrica

BMW ha ora confermato di essere al lavoro sullo sviluppo di prototipi elettrici e di prototipi con il marchio M.

BMW ha appena confermato di essere al lavoro su una M3 elettrica. Non è una novità: il capo della divisione Motorsport di BMW aveva già avvertito che il futuro sarebbe stato elettrificato. In realtà, BMW, come gli altri, non avrà scelta, poiché prima o poi dovrà prepararsi alla messa al bando del motore a combustione in Europa.

E questo influirà anche sul mercato di nicchia delle auto sportive.

BMW M si adeguerà e le ostilità sono ben avviate. Finalmente abbiamo un’idea più chiara di ciò su cui sta lavorando l’azienda tedesca, in particolare sui suoi storici punti di riferimento, la M3 e la M5.

Quattro motori per la futura BMW M3 elettrica?

Esattamente 50 anni dopo la sua creazione, il ramo M di BMW svela i primi passi verso il futuro.

Questa i4 M50 ha un aspetto piuttosto classico, ma non ha nulla a che vedere con il modello già presente sul mercato. Questa sorprendente creazione degna di un Frankenstein è basata sulla i4, ma con l’aspetto di una M3 G80 e… quattro motori elettrici. Una per ruota (ognuna delle quali può recuperare energia in frenata), che vengono quindi gestite in modo indipendente.

Ciò consente a BMW di fare a meno del differenziale e di agire in tempo reale su ciascuna ruota per migliorare la trazione e la gestione della coppia.

Una configurazione perfetta sulla carta, anche se non sappiamo molto dell’aumento di peso di una macchina del genere rispetto a un i4 con due motori. L’altro aspetto negativo dei sistemi a controllo elettronico è che sono ovviamente più lenti di una trasmissione meccanica passiva al 100%, come la differenza tra un differenziale autobloccante meccanico e un differenziale centrale controllato.

BMW M3 elettrica sviluppo

Tuttavia, BMW specifica che la gestione di questi quattro motori avviene in pochi millisecondi. Possiamo anche immaginare che tale libertà di controllo consenta di trasformare la nuova trazione elettrica xDrive in due (trazione posteriore) o quattro ruote motrici. Quando avremo la prima vera BMW M elettrica, questa è la domanda da un milione di euro che tutti si pongono. Ma dato che BMW sta iniziando i test su strada, è possibile che un prodotto del genere arrivi nei concessionari ben prima della fine del decennio.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contents.media