Dodge Daytona EV: il suono potrebbe non essere così piacevole

Dodge aveva promesso che la Daytona SRT EV avrebbe avuto un suono fantastico. Alla fine, gli appassionati sono delusi e il CEO ne è ben consapevole.

Secondo il CEO, il suono della Dodge Daytona EV potrebbe non essere così piacevole. Le auto Dodge sono generalmente riconoscibili per il suono ultraterreno dei loro motori compressi. È un suono caratteristico che si adatta all’immagine del marchio. Ma ora che la rivoluzione elettrica è iniziata, il produttore deve essere in grado di mantenere la propria immagine.

La soluzione è lo scarico a camera Fratzonic, introdotto nella Dodge Dayton SRT EV Concept.

È un nome complicato per il sistema di riproduzione sonora installato sulla Dodge Daytona SRT EV Concept, che doveva produrre un suono “scioccante”. E così è stato, visto che gli utenti di Internet sono rimasti relativamente scioccati da ciò che hanno appena sentito alla presentazione del concept. Tim Kuniskis, capo di Dodge, ha dichiarato a Motor Trend di essere consapevole che gli appassionati potrebbero essere delusi dal suono.

Dodge Daytona EV: il suono potrebbe non essere così piacevole

L’amplificatore, che riproduce suoni sintetizzati attraverso una camera di sintonia, non era in grado di esprimersi come avrebbe dovuto. Tuttavia, Dodge ha fatto attenzione a non posizionare i microfoni intorno all’auto, in quanto sono stati calibrati principalmente per le voci umane. L’obiettivo dell’operazione era quello di far vibrare l’aria e non i diffusori. Un’affermazione sorprendente se si considera che il sistema si affida ai diffusori integrati per farsi sentire.

Dodge Daytona EV

Un’arma a doppio taglio, quindi, secondo Kuniskis, che sostiene che i video registrati non rendono giustizia a questo sistema che può arrivare a 126 dB, poiché è nel mondo reale che il suono è più puro.

Tuttavia, non sembra un compito semplice per il produttore trovare una serie di accordi che possano evocare più o meno fedelmente le esplosioni delle camere di combustione. Ma qualunque cosa dica il capo di Dodge, l’idea finora è attraente quanto un vecchio videogioco arcade senza licenza.

Quindi la troupe che realizzerà il prossimo Fast and Furious dovrà vederla in post-produzione: Kuniskis ha detto che Dodge ha ancora due anni per trovare il giusto equilibrio.

LEGGI ANCHE:

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contentsads.com