Notizie.it logo

Frizione auto rotta: cause e rimedi

I problemi alla frizione sono i più frequenti in un auto ed i sintomi che ci porteranno a cambiarla sono molteplici, vediamo nel dettaglio cosa fare.

Spesso la frizione consumata dell’auto è causata dalle pessime abitudini dell’automobilista, altre volte si tratta d’indiretti errori progettuali.

E’ senza dubbio un elemento molto delicato e va trattato con accortezza per evitare che si rompa.

Come possiamo capire se la frizione della nostra auto deve essere sostituita?

I sintomi di una frizione guasta sono facilmente intuibili. Qualsiasi modello d’auto sia con cambio a doppia frizione, robotizzato o manuale non è immune da eventuali problemi alla frizione.

Tra i segnali più comuni del malfunzionamento di questo componente si presenta il caso di un’auto che va su di giri senza motivo e relativi problemi del pedale. Oppure casi in cui la frizione slitta o il pedale è diventato troppo duro, in questo caso occorrono controllare il cavo meccanico e lubrificarlo per evitare che si rompa del tutto.

Altri esempi che mettono in allerta l’automobilista possono essere quando il disco cola sul volano. Incollandosi rende complesso il cambio di marcia che spesso si blocca completamente.

Con la frizione rotta l’auto presenta degli strappi nella guida talvolta in fase di partenza o durante i cambi di marcia. In questo caso si è probabilmente danneggiato lo spingidisco e le molle.

Questa è l’opzione più grave e un precoce intervento vi salverà dal rischio di restare a piedi definitivamente.

Le soluzioni e i rimedi sono in base alla causa del danno: la frizione può essere semplicemente regolata oppure occorre lubrificare il cavo e l’asta. A volte va rinforzata o sostituita totalmente.

E’ sempre bene rivolgersi prontamente al meccanico di fiducia.

Il costo di una frizione varia in modo notevole secondo il modello dell’auto. Come puro e semplice valore di riferimento il prezzo indicativo di un kit nuovo si aggira, per esempio per una city car, intono ai 190 euro cui va chiaramente aggiunto il costo della manodopera del meccanico.

© Riproduzione riservata
Leggi anche