Gran Premio di Turchia 2020: orari e dove vederlo

Orari e programmazione TV per seguire la tredicesima tappa del campionato F1 2020 che torna ad Istanbul Park.

La Formula 1 torna nuovamente protagonista questo fine settimana con il Gran Premio di Turchia 2020 di cui riportiamo gli orari. Il tredicesimo round del mondiale 2020 ci riporta sul fantastico tracciato dell’ Istanbul Park dopo 9 anni dall’ultima volta in cui si è disputato un Gran Premio valido per il mondiale.

Chissà se Lewis Hamilton riuscirà a vincere matematicamente il suo settimo titolo mondiale dopo che la Mercedes ci è riuscita grazie alla doppietta ad Imola. Sicuramente questo circuito sarà un bel banco di prova per i molti piloti che non ci hanno mai girato.

Gran Premio Turchia 2020 Orari

Ecco gli orari di Sky e TV per il Gran Premio di Turchia 2020

Sky Sport F1 HD

Venerdì 13 Novembre

Prove Libere 1: 09:00 – 10:30

Prove Libere 2: 13:00 – 14:30

Sabato 14 Novembre

Prove Libere 3: 10:00 – 11:00

Qualifiche: 13:00 – 14:00

Domenica 15 Novembre

Gara: 11:10

TV8

Sabato 14 Novembre

Qualifiche: 14;00

Domenica 15 Novembre

Gara: 12:00

Caratteristiche Tracciato e vincitori

Il circuito dell’ Istanbul Park è stato costruito tra il 2003 ed il 2005. Proprio nel 2005 fece il suo debutto nel campionato di Formula 1. E’ stato progettato dal tedesco Hermann Tilke ed è lungo 5.338 metri con un totale di 14 curve, 8 a sinistra e 6 a destra.

I piloti dovranno percorrere la pista per un totale di 58 tornate.

Advertisements

Ricordiamo che si tratta di un circuito da percorrere in senso antiorario. E’ un tracciato veloce con pochi tratti in cui le monoposto frenano di conseguenza nel tratto più veloce, la celebre curva 8, highlight del circuito in quanto testimonia quanto “fegato” hanno i piloti, verrà percorsa in pieno con le attuali monoposto. La velocità massima raggiunta finora in quel punto è stata di 330 km/h.

Passando all’ Albo d’oro, i piloti attualmente in attività che vi hanno corso e vinto sono Kimi Raikkonen (2005), Sebastian Vettel (2011) e Lewis Hamilton (2010).

Il record di vittorie appartiene al brasiliano Felipe Massa che vinse per ben tre volte consecutive dal 2006 al 2008.

La Pista secondo Brembo e Pirelli

Secondo Brembo questa pista avrà un carico medio sui freni, infatti su una scala da 1 a 5 è classificato con un valore di 3. I piloti useranno il freno per il 15% del giro e le curve più impegnative sono la 1, la 9 e la 12.

Il circuito presenta numerose ondulazioni con i rischi di andare lunghi nei tratti in discesa e/o di frenare troppo nei tratti in salita.

Su questo tracciato vi sono 5 frenate con un indice di forza G superiore ai 4,2. Su 9 frenate 4 sono considerate molto impegnative per l’impianto frenante, non c’é quindi da stupirsi se si vedranno i dischi incandescenti.

Passando ai pneumatici che verranno portati da Pirelli, la casa milanese ha optato per le tre mescole più dure: la C1 (dura, bianca), la C2 (media, gialla) e la C3 (morbida, rossa).

Per ciascun pilota saranno disponibili 7 treni di morbide, 3 di medie e dure.

La curva più impegnativa è la 8 a causa dell’alto carico generato sul pneumatico destro. Il tracciato ha subito di recente una riasfaltatura di conseguenza non si hanno riferimento in merito all’abrasività per le gomme.

Infine, dato che non vi saranno categoria propedeutiche a pulire il tracciato è facile che sarà molto Green al venerdì per poi gommarsi nel corso del fine settimana.

Scritto da Filippo Imundi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Bentley Continental GT: la “Gran Turismo” di lusso

MotoGP Gran Premio della Comunità Valenciana: orari e dove vederlo

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media