Kia Proceed: prezzo, interni e allestimento gt della station wagon

La nuova Kia ProCeed è la versione station wagon della berlina Ceed di Kia: concorrenziale nel prezzo mantiene prestazioni e comfort anche in allestimento GT.

La Kia ProCeed porta con sé tutti gli altri aspetti positivi di Kia Ceed condensandoli in un pacchetto che, a questo prezzo, offre agli acquirenti qualcosa di leggermente diverso. Non è ai vertici della sua categoria per il piacere di guida o la raffinatezza, ma impressiona in entrambe le aree.

Questa opzione diesel è anche fluida e semplice, e dovrebbe adattarsi ai conducenti con chilometraggio elevato fino a terra. Se una Mercedes CLA Shooting Brake è fuori budget, il Kia ProCeed potrebbe essere il sostituto ideale.

Motorizzazioni e prestazioni Kia Proceed

Come prevedibile, le scelte del motore rispecchiano la berlina Ceed. È possibile avere un turbo benzina da 1,4 litri, un diesel da 1,6 litri o la ProCeed GT da 1,6 litri con 201 CV ed un profilo estetico decisamente attraente.

Mentre la Ceed era generalmente una vettura di fascia media per qualità di rifiniture ed equipaggiamenti, la ProCeed ha livelli di equipaggiamento mediamente elevati in ogni aspetto. Nonostante il peso superiore alla sua antenata, la ProCeed risulta abbastanza maneggevole ma certamente non abbastanza da non far rimpiangere competitors dall’anima sportiva.

In ogni caso è fornita con un cambio automatico che in modalità sport esalta il piacere del rombo del motore traducendolo anche in prestazioni decisamente più frizzanti.

Advertisements

Non esiste ancora una versione ibrida, Kia afferma che introdurrà la tecnologia ibrida da 48 volt nella gamma Ceed durante il suo ciclo di vita. I prezzi partono da € 29.000 per la GT-Line a benzina con cambio manuale, per arrivare alla versione diesel con cambio automatico che da listino, al netto di optional, è proposta a € 31.300 circa.

Tecnologia, equipaggiamenti e comfort

La posizione di guida è ottima con il sedile, regolabile, che è disegnato in modo da risultare molto confortevole.

I comandi sono familiari per chi conosce la Ceed, sebbene la GT dettagli sportivi come le cuciture rosse sui sedili e la pelle scamosciata sul volante, oltre a pannelli di rivestimento nero lucido. La GT offre di serie dei cerchi da 18 pollici, mentre le auto GT-Line sono dotate di cerchi da 17 ed un disegno dello scarico molto meno pronunciato rispetto al sorella a vocazione sportiva.

Gli ingegneri di Kia affermano di essersi concentrati sul miglioramento dell’agilità e della reattività, con molle anteriori e posteriori più rigide, ammortizzatori rivisti e barre antirollio più morbide per mantenere le ruote a contatto con la strada durante le curve strette.

L’equipaggiamento standard include la connettività del telefono Bluetooth, le luci automatiche con assistenza abbaglianti e accesso senza chiave, oltre alla funzione di mantenimento della corsia ed il sistema anti impatto anteriore che agisce direttamente sulla frenata.

Tra suv, station wagon e utilitaria

Con questo modello la Kia ha decisamente scelto di cambiare il proprio passo in seguito a quanto constatato sul mercato; infatti le vendite delle tre porte sono generalmente diminuite e l’intuizione del costruttore sembra stia pagando.

La ProCeed viene in contro alle esigenze di una clientela che chiede maggiore versatilità dalla propria autovettura per potersi adattare a più situazioni senza risultare mai inopportuna. La Kia ProCeed è perfetta per la città in quanto ha dimensioni ancora non eccessive ed è perfetta per le gite fuori porta grazie ai volumi interni generosi ed alle doti del motore. Prestazioni che non sono certamente paragonabili ad auto sportive ma che comunque lasciano il piacere si sedere in un’auto dall’aspetto sportivo e dal sound capace comunque di impressionare. La ProCeed è la risposta Kia al mercato in crescita di vetture a metà tra un SUV ed una utilitaria.

In quanto a tecnologia e comfort di guida, lo standard si mantiene comunque elevato per la categoria ma risente ancora di un’esperienza ancora non matura del costruttore, in autostrada l’aerodinamica potrebbe generare qualche rumorosità che nell’abitacolo può dare fastidio, ma tutto sommato con lo stereo acceso si è pronti a godersi il viaggio.

Scritto da Redazione Online
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Nissan 400Z: la prossima generazione Z in arrivo nel 2021

Fabrizio Corona e le auto: quanto vale il suo garage?

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media