Lotus: prime informazioni ufficiali sul SUV elettrico

Tutte le prossime auto elettriche saranno prodotte in Cina, nella nuova sede di Wuhan.

Da molti anni ormai siamo abituati a vedere solo una serie di speciali della Lotus, senza una vera novità. Abbiamo avuto la Evora, ma nel 2009. Fortunatamente, siamo stati svegliati dalla Evija 100% elettrica e dalla Emira, l’ultimo episodio del motore a combustione prima del passaggio all’elettrico.

Il produttore britannico ha infatti trovato la salvezza, grazie all’acquisto del gigante cinese Geely, che già possiede Volvo e Polestar. L’obiettivo è semplice: trasformare Lotus, lanciare diversi nuovi prodotti importanti e passare il marchio all’elettrico.

Lotus: prima il SUV

Lotus ha recentemente fornito i dettagli della piattaforma modulare che sarà alla base di tutti i futuri modelli elettrici. Chiamato LEVA (Lightweight Electric Vehicle Architecture), permetterà uno o due motori nella parte posteriore, con specifiche impressionanti: quasi 900bhp per le varianti a doppia alimentazione, e oltre 100kWh di batterie.

Il primo modello a batteria basato sulla piattaforma LEVA sarà il “Type 132”. Un SUV di segmento E (lo stesso della Porsche Cayenne, Maserati Levante, BMW X7 e Mercedes GLS o Audi Q8), che non nasconde le sue caratteristiche.

Lotus ha confermato il lancio di quattro modelli elettrici entro il 2026: una vettura sportiva, in collaborazione con Alpine, due SUV e una grande berlina coupé di segmento E. Tutto, di nuovo, elettrico e sulla piattaforma LEVA.

lotus type 132

Tutto il potere

Il Tye 132 avrà pacchi batteria che vanno da 92 a 120 kWh a seconda della versione. Naturalmente supporteranno fino a 350 kW di potenza di carica.

Questa è ovviamente una buona notizia per coloro che vogliono collegarsi alle stazioni di ricarica Ionity e approfittare della piena potenza, per fare il pieno in circa venti minuti. La potenza esatta non è nota, ma Lotus aveva promesso un tempo da 0 a 100 km/h di meno di 3 secondi in questo segmento.

Prodotto in Cina

Tutte le prossime auto elettriche saranno prodotte in Cina, nella nuova sede Lotus di Wuhan. Ormai conoscete questa città abbastanza tristemente per i suoi presunti legami con l’origine della pandemia da Covid, ma ora sapete che è anche la sede della fabbrica Lotus.

Il futuro programma automobilistico di Lotus, ricordiamo, è il seguente:

  • 2022 – SUV, segmento E: nome in codice Type 132
  • 2023 – Grande coupé a quattro porte, segmento E: nome in codice Type 133
  • 2025 – SUV, segmento D: nome in codice Type 134
  • 2026 – Auto sportiva: Type 135 nome in codice.
Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Bollo auto 2021: quando e come pagarlo

Kia EV9: un futuro grande SUV elettrico

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media