Remy Gardner: chi è il giovane pilota australiano in MotoGP

Remy Gardner: in questo articolo scopriamo chi è il pilota australiano in forza al team Tech3 KTM in MotoGP e l'evoluzione della sua carriera agonistica.

Gardner è un cognome conosciuto dagli appassionati di MotoGP dato che solo ad averlo scritto ci si immagina Wayne a bordo della Honda con cui ha trionfato nel Mondiale 1987. In questo articolo si resta in famiglia ma con riferimento al figlio che ha debuttato nella categoria regina del Motomondiale in questa stagione.

Remy Gardner: chi è

La carriera di Gardner ha inizio come molti altri dal Motocross e dall’Enduro che abbandona a partire dai 10 anni di età per dedicarsi alle gare su pista.

Dopo aver corso campionati in Australia, nel 2011 decide di andare a correre in Spagna, quello stesso anno partecipa al Campionato Velocità Mediterraneo e nel 2013 il Campionato Spagnolo Velocità.

Remy Gardner: la carriera

L’esordio nel Motomondiale avviene nel 2014 nella classe Moto3 sostituendo l’infortunato Grunwald per Keifer Racing al GP di San Marino, in qualità di wildcard partecipa alla tappa australiana ed infine ancora come sostituto, stavolta di Granado, il GP della Malesia dove ottiene il suo primo punto iridato.

Il 2015 lo vede salire a bordo della Mahindra del team CIP. Disputa l’intera stagione chiudendola al 30esimo posto conquistando 6 punti. Nel 2016 torna nel motomondiale a stagione in corso, nella categoria Moto2 con il team Tasca Racing e conquista 6 punti.

Per le stagioni 2017 e 2018 si accasa al team Tech3. La prima stagione la termina al 21esimo posto, questa è segnata dall’infortunio alla caviglia che lo constringe a saltare il GP delle Americhe.

Conquista 8 punti piazzandosi al 26° posto in classifica generale. In quella successiva chiuderà al 19esimo posto con 40 punti conquistati.

Nel 2019 corre con il team SAG Racing ottenendo un secondo posto in Argentina e chiudendo la stagione al 15° posto con 77 punti iridati. Nel 2020 resta con lo stesso team, ottenendo una pole position in Austria, un secondo posto in Francia e due terzi posti (Stiria, Europa).

Ottiene anche la prima vittoria in carriera nel GP di Portogallo. Termina il campionato al sesto posto collezionando 135 punti.

Nel 2021 passa al team Red Bull AJO. Ottiene 5 vittorie (Italia, Catalogna, Germania, Gran Bretagna e Algarve) 6 secondi posti (Qatar, Doha, Francia, Olanda, Aragona e San Marino) e un terzo posto in Portogallo.

Termina la stagione al 1° posto con 311 punti laureandosi campione mondiale Moto2.

Nel 2022 fa il suo esordio in MotoGP con il team Tech3 KTM.

LEGGI ANCHE:

Scritto da Filippo Imundi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Skoda Kamiq: perché scegliere il piccolo motore a benzina

BMW IX Flow: quando per cambiare colore basta la testa

Leggi anche
Contents.media