Notizie.it logo

Come resettare la spia del motore in avaria

Spia Motore

Cosa fare nel caso in cui si accenda la spia del motore? Vediamolo passo per passo

Le automobili moderne hanno delle spie che in caso di problemi si accendono. Ci sono poche spie che quando si illuminano fanno sudare freddo, una tra queste è la spia motore. Come comportarsi nel caso si accenda? Vediamo passo per passo

Spia motore accesa cosa fare

Per prima cosa per capire se la spia del motore è accesa si deve sapere qual è. E’ gialla e raffigura l’immagine di un motore stilizzato. Quando si accende vuol dire che qualcosa che riguarda il motore non funziona nel modo in cui dovrebbe. Non è detto per forza che se si accende il motore sia guasto o molto danneggiato. Ci possono essere varie cause che portano alla sua accensione, a volte può essere anche una sola anomalia del cruscotto. Ci possono essere dei falsi contatti che accedono le spie anche se non si sono registrati dei problemi.

Analizziamo le possibili cause e come comportarci.

Di solito nelle vettura di moderna concezione insieme alla spia compaiono anche dei messaggi sul display dell’auto che ci informano su quale sia il problema in corso. Talvolta questi messaggi sono accompagnati da avvisi che suggeriscono una azione immediata. Le auto di oggi hanno delle centraline che in caso vi siano dei problemi gravi tutelano il veicolo proteggendolo così da guasti peggiori. Le cause che portano all’accensione della spia motore possono riguardare sia il motore ma anche altri componenti che per via diretta o indiretta sono collegati ad esso. In ogni caso una tra le scelte più sagge è rivolgersi al proprio meccanico di fiducia non appena possibile.

I problemi possono riguardare tre parti del veicolo ovvero sistema di accensione, avviamento del motore o al sistema di alimentazione.

Non è detto però che il problema affligga una di queste parti. Ci sono dei componenti come impianto di scarico, sensori del pedale dell’acceleratore e sensore dei gas di scarico che in caso di malfunzionamento accendono la spia. A volte la causa è anche da ricercare nel carburante che si immette nel serbatoio del proprio veicolo. Capita spesso che guidatori disattenti facciano un pieno di diesel in macchine a benzina e viceversa, questo causa l’accensione della spia motore. Talvolta anche il carburante sporco o allungato con l’acqua crea questi problemi. In ogni caso il libretto di uso e manutenzione della vostra auto vi saprà indicare tutte le eventuali cause dell’accensione della spia.

spia motore

Posso guidare con la spia accesa?

E’ consigliabile guidare solo per un breve tratto con la spia accesa ed evitare di stressare eccessivamente il motore e se è possibile evitare anche di fare salite, brusche accelerazioni. E’ vivamente sconsigliato di usare la vettura in queste situazioni in quanto un problema facilmente risolvibile rischia di diventare un problema molto più grave. Ovviamente le conseguenze di tutto ciò dipendono dal tipo di problema che si è registrato. Se per esempio il problema è legato a carburante impuro si rischi di sporcare eccessivamente gli iniettori danneggiandoli.

Si deve anche controllare in che modo la spia si accende, può essere fissa o lampeggiante. Nel caso in cui fosse fissa segnala un malfunzionamento del sistema di alimentazione che causa elevate emissione dallo scarico o consumi eccessivi di carburante.

Se invece fosse lampeggiante allora segnala un problema al motore specifico.

Cosa fare se la spia motore persiste

A volte può accadere che nonostante tutto sia a posto, tale spia possa rimanere accesa, a causa di un contatto oppure semplicemente di un segnale erroneo arrivato o semplicemente perchè dopo la visita in officina, il meccanico si è scordato di spegnerla. In questo caso, o si ritorna in officina oppure si può procedere da soli, prestando attenzione alla procedura. Innanzitutto è bene attendere almeno 4-5 ore da quando la macchina si è fermata, in maniera tale da lasciar al motore il tempo di raffreddare ed evitare si prendere scariche elettriche.

Una volta messa l’auto in sicurezza, quindi con freno a mano inserito, si deve aprire il cofano motore, accedere alla batteria e scollegare il cavo dal polo positivo (col segno +), facendo attenzione che tale cavo non vada a toccare alcuna parte metallica (lo si può avvolgere in un giro di nastro isolante, oppure in una semplice busta di plastica), fissata con un elastico o con un pezzo di nastro adesivo in maniera ben salda. Si richiude il cofano e si lascia l’auto ferma per almeno 4 ore. A questo punto si riattacca bene il cavo al polo positivo della batteria e si ripone il coperchio della stessa tolto in precedenza. Si richiude il cofano e si effettua un giro di prova verificando che la spia non sia più accesa nel cruscotto.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche