Skoda Karoq: un timido restyling per il SUV

Prezzi stabili e novità sulla tecnologia.

Potrebbe non sembrare, ma la Skoda Karoq è il secondo modello più venduto del marchio ceco nel mondo. A 4 anni, la cugina di Volkswagen Tiguan e Seat Ateca sta raggiungendo la metà della carriera, quindi è tempo per l’inevitabile facelift di metà carriera.

Skoda ha lavorato per dare più carattere alla Karoq. Ebbene, è davvero cambiata?

Skoda Karoq: modifiche minori

Come nel caso del suo fratello maggiore, il Kodiaq, le modifiche apportate a questa Karoq sono molto sottili. Lo sospettavamo, perché i primi disegni ufficiali condivisi dal produttore lo mostravano già. Come sugli ultimi modelli del marchio, la griglia allargata è ora di forma esagonale. I fari sono stati ridisegnati: più sottili di prima, con una leggera rientranza sui bordi esterni.

La tecnologia LED a matrice è ora inclusa nella gamma di opzioni.

La parte inferiore del paraurti è stata ridisegnata. Nella parte posteriore, invece, ci sono pochi cambiamenti a parte uno spoiler allargato e luci ridisegnate. Anche il paraurti è stato leggermente ridisegnato. Inoltre, ci sono due nuovi colori di carrozzeria e tre nuovi disegni di ruote.

Leggero aumento delle attrezzature

L’interno ha già beneficiato di alcune modifiche qualche tempo fa con l’adozione di un volante a due razze (tranne che sulla versione Sportline).

Di conseguenza, non c’è bisogno apportare altre modifiche. L’attrezzatura tecnologica si sta evolvendo. La strumentazione digitale è ora standard sul modello entry-level e un display più avanzato da 10,25″ è disponibile come opzione (8″ è standard).

Sulle versioni superiori, il touchscreen misurerà ora 9,2″, rispetto al precedente massimo di 8″. Il comfort non è stato dimenticato, con il sedile del passeggero che offre per la prima volta una regolazione elettrica con memoria.

Il marchio sta anche giocando la carta “green” offrendo un pacchetto Eco. Quest’ultimo contiene, in particolare, coprisedili realizzati con bottiglie di plastica riciclate.

Skoda Karoq restyling

Prezzi probabilmente stabili

Infine, anche i motori si stanno evolvendo, con tutti i blocchi ora offerti in versione EVO. Niente di spettacolare visto che le potenze non cambiano – 110, 150 e 190 CV a benzina, 116 e 150 CV a diesel – ma le emissioni di CO2 e NOx sono annunciate più basse. Infine, va notato che la Karoq non è più offerta in una versione Scout, che ha attirato solo il 3% degli acquirenti.

Almeno Škoda dovrebbe essere ragionevole sull’aumento di prezzo, che dovrebbe iniziare a poco meno di 30.000 euro.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Toyota Corolla: nuovo sistema multimediale e prezzo più alto

Moto da touring migliori del 2021: la top 5

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media