Volkswagen Scout, un vero 4×4 elettrico su piattaforma dedicata

Dopo molteplici tentativi di conquistare il mercato americano, Volkswagen sembra ora puntare sul rilancio del nome Scout.

Piccola, aerodinamica, leggera ed efficiente: Volkswagen Scout è l’auto elettrica del futuro? Non per tutti, e soprattutto non negli Stati Uniti. Per dare nuova vita alla sua impresa americana, Volkswagen ha annunciato la scorsa primavera l’intenzione di rilanciare il marchio Scout.

Lo Scout è un rivale della Jeep CJ o del Ford Bronco commercializzato negli anni ’60 e ’70 da International Harvester.

Il nome Scout è stato acquisito da Volkswagen quando Navistar International è stata acquistata da Traton, la divisione autocarri pesanti del gruppo tedesco. L’annuncio è stato seguito da un’accoglienza mista. Non solo dalla rete Volkswagen, che teme di essere esclusa da queste prospettive di crescita, ma anche dagli appassionati di scout.

Vedere il grande specialista nella standardizzazione di parti, motori e piattaforme rilanciare un marchio defunto può lasciare molti perplessi. Ma sembra che la rinascita di Scout stia avvenendo fuori dagli schemi.

Oltre alla scelta di un capo americano che conosce bene l’immagine e la storia di Scout, Scott Keogh, i team incaricati del progetto sono entrati in contatto diretto con i gruppi di fan. Sono coinvolti anche gli specialisti dell’aftermarket, poiché uno degli obiettivi è quello di rendere gli scout facilmente personalizzabili.

Volkswagen Scout: una piattaforma Ford?

Il primo punto importante che dovrebbe soddisfare le loro aspettative è la piattaforma. Niente MEB, PPE, SSP o altri acronimi noti. La Scout, SUV o pick-up, sarà basata su una nuova piattaforma dedicata. Per quanto modulari, le altre basi del gruppo non sono mai state progettate per dare vita a modelli con grandi capacità fuoristradistiche. Un esploratore deve essere in grado di affrontare il Sentiero del Rubicone o la Vendetta dell’Inferno senza battere ciglio.

Volkswagen Scout caratteristiche

La nuova piattaforma che è stata ipotizzata per i futuri modelli Scout potrebbe infatti provenire da Ford. È una questione di condivisione dei costi, ma anche di know-how. Ford ha imparato a conoscere i pick-up e i 4×4 con i suoi Ranger, F-150, F-Series Super Duty, Bronco…

Volkswagen, che non aveva osato finalizzare il suo progetto di pick-up basato sull’Atlas, ha già preso atto di questo fatto. Il nuovo VW Amarok è un Ford Ranger camuffato… Sappiamo anche che Ford non si accontenterà di un F-150 Lightning e che ha già in cantiere un Ranger e un Bronco elettrici… Modelli che potrebbero essere utilizzati come base per i futuri modelli Scout.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contentsads.com