Ammortizzatori scarichi: sintomi e pericoli

Viaggiare con gli ammortizzatori scarichi è la peggiore condizione per la sicurezza e causa principale di incidente stradale.

Circolare con gli ammortizzatori scarichi è molto rischioso in quanto, uniti ai freni e pneumatici, compongono il “triangolo della sicurezza” di ogni mezzo.

Insieme garantiscono la stabilità, una migliore frenata e sterzate nella massima sicurezza.

In particolare, gli ammortizzatori sono un elemento di collegamento tra veicolo e ruota, in grado di assorbire gli urti in caso di strada dissestata e, in generale, determinare la stabilità del mezzo. Quando sono scarichi e usurati, l’intero sistema del telaio ne risente.

Di seguito vediamo quali sono i sintomi che comunicano al proprietario del mezzo l’usura degli ammortizzatori e quali sono i pericoli a cui si va incontro se non si cambiano in tempo.

Ammortizzatori scarichi: i sintomi

Esistono diversi segnali per capire se avete gli ammortizzatori scarichi.

I principali sono:

  • “Affondo” in frenata.

Se la vostra auto affonda il muso quando frenate, i vostri ammortizzatori sono probabilmente usurati o danneggiati. Questo può essere molto pericoloso in quanto aumenta i vostri spazi di frenata;

  • Vibrazione al volante.

Se usurati o danneggiati, riducono l’aderenza del pneumatico sulla strada. Questo può indurre il volante a vibrare e diventare più leggero;

  • Imprevedibilità tra le curve.

In caso di ammortizzatori scarichi, si ha una riduzione del contatto del pneumatico su strada;

  • Usura irregolare degli pneumatici.

Altro segnale è la perdita della convergenza e della bilanciatura fatta dal gommista. Inoltre, le gomme possono anche scalinarsi più facilmente e diventare rumorose;

  • Sensibilità al vento laterale.

Un’altra grave indicazione è quando l’auto diventa molto sensibile al vento laterale;

  • Perdite di olio ammortizzatori.

Indica ammortizzatori danneggiati che devono urgentemente essere sostituiti.

I pericoli

Se gli ammortizzatori usurati non si sostituiscono in tempo, si va incontro a seri pericoli.

I maggiori rischi possono essere raggrupati in:

  • Efficienza frenante ridotta e quindi, distanze di arresto più lunghe;
  • Riduzione efficienza del controllo elettronico della stabilità (ESP);
  • Ridotto controllo in curva;
  • Aquaplanning anche a basse velocità;
  • Aumento della stanchezza del conducente e velocità di risposta ridotta;
  • Una maggiore usura dei pneumatici e altri componenti delle sospensioni.
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Lavaggio auto: come fare

Sospensioni e ammortizzatori: differenze

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media