Scarlett Johansson: le auto utilizzate dall’attrice in Black Widow

Le due BMW in sella alle quali compare Scarlett Johansson in Black Widow.

Uscito nei cinema italiani il 7 luglio, Black Widow è il nuovo film d’azione targato Marvel Studios. La storia narra il turbolento passato di Natasha Romanoff – la “cosiddetta vedova nera” -, impersonificata per l’occasione da nientemeno che Scarlett Johansson. Protagoniste inedite della pellicola, due BMW del tutto particolari.

Black Widow: le auto utilizzate da Scarlett Johansson.

Black Widow: le auto utilizzate da Scarlett Johansson

Ed è proprio a bordo di una BMW X3 che Scarlett Johansson, appropriatamente sostituita da un apposito stunt-man, si esibisce in una delle scene più importanti dell’intero film. La protagonista Natasha Romanoff e la sua rivale Yelena Belova, infatti, ingaggiano un duello automobilistico senza precedenti.

Tra derapate, svolte improvvise, ribaltamenti da capogiro e scontri mozzafiato, le due eroine sconvolgono il centro di Budapest, sede di una guerra a colpi di marcia tanto inattesa quanto spettacolare.

Ad avere la peggio, oltre a svariate motociclette, proprio il SUV guidato dall’attrice americana, il quale viene investito improvvisamente da un’onda d’urto causata da un’esplosione.

Dietro le quinte: le stunt-car

Come rivelato da Darrin Prescott, regista della seconda unità del team di stunt driving del film, qualsiasi auto può essere trasformata in un’automobile da acrobazie. Queste, nello specifico, le sue parole:

È una questione di tempo e di creatività. Il copione è decisivo. Quando è necessario, eliminiamo le funzioni come ESP o assistenti di sicurezza, sostituiamo il motore oppure smontiamo completamente la carrozzeria dell’auto e la ricostruiamo completamente.

Nel caso della BMW X3 e della BMW Serie 2 Grand Coupé comparse sul set di Black Widow, pertanto, sono stati necessari più di un rimaneggiamento. Il tutto per pochissimi secondi di riprese. Molto spesso, infatti, dietro alle spettacolari immagini che entusiasmano il pubblico si celano giornate intere di lavoro, come testimoniato dallo stesso Darrin.

Riprese in “tutta sicurezza”

Per rendere le acrobazie quanto più sicure, i tecnici di Black Widow hanno rimaneggiato completamente le vetture, implementandole con dei dispositivi appositi.

La sicurezza, infatti, sta sempre al primo posto, come rimarcato dallo stesso regista della seconda unità:

Noi installiamo gabbie di protezione nel telaio e nascondiamo roll-bar addirittura nei vani passaruota, per evitare che le gomme scoppino. Anche i paraurti sono rinforzati. In una scena del film “Black Widow”, la pilota stunt guida la BMW X3 a tutto gas attraverso una curva a 180 gradi e sfiora un lampione con la fiancata. Il team ha integrato delle barre nel SUV per proteggere i passeggeri.

Niente di cui preoccuparsi, pertanto, se non altro in linea di massima. Gli imprevisti, infatti, sono all’ordine del giorno. Non per nulla la professione di stunt-man è considerata tra le più pericolose in assoluto. Una ragione in più, quest’ultima, per la quale conviene sempre che le scene di acrobazie siano buone già a partire dalla “prima ripresa”. Oltre ai rischi per gli attori, un eventuale secondo take richiederebbe infatti più di mezza giornata extra di lavoro. Senza considerare, ovviamente, gli inutili danni inflitti alle vetture.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Triumph Daytona 765 R: la carenata da corsa

La F1 rivela la nuova auto 2022 con l’obiettivo di migliorare le corse

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media