Chi è Cal Crutchlow: biografia e carriera del pilota inglese

Cal Crutchlow, l'analisi della carriera sportiva del pilota britannico che corre per il team italiano LCR Racing, satellite di Honda.

Cal Crutchlow vediamo chi è e come si è evoluta la sua carriera nel mondo delle moto da corsa. Il pilota inglese è uno dei talenti più “grezzi” dell’intera griglia. Ha vinto a livello internazionale ma nella classe regina gli è sempre mancata quella lucidità che avrebbe potuto permettergli di lottare costantemente con i piloti migliori del mondo.

In questo articolo andremo nel dettaglio della sua storia sportiva così da scoprire come è arrivato all’interno del Motomondiale nel quale corre da diversi anni.

Cal Crutchlow: Chi è e carriera

Cal Crutchlow nasce a Coventry il 29 ottobre 1985. La sua carriera agonistica ha inizio nel 1999 quando vince il campionato britannico Junior Challenge. Nel 2001 è campione dell’Aprilia RS125 Cup e nel 2003 arriva secondo nella Yamaha R6 Cup.

Nel 2004 decide di passare alle competizioni di moto derivate dalla serie arrivando 10° nel campionato inglese Supersport.

Nel 2006 vince il campionato Supersport UK e partecipa al mondiale Supersport nella gara di Brands Hatch come wildcard dove arriva al quinto posto. Il 2009 lo vede partecipare al Mondiale SuperSport con una Yamaha R6. Diviene campione con soli 7 punti di vantaggio su Laverty secondo.

Il 2010 lo vede partecipare al mondiale Superbike con il team Sterilgarda.

Advertisements

Ottiene 3 vittorie, 6 Pole Position ed un totale di 10 podi concludendo il campionato al quinto posto con 284 punti.

Il debutto nella MotoGP avviene nel 2011 con il team Yamaha Tech3. Il massimo risultato è un 4° posto a Valencia. Chiude la stagione al 12° posto con 70 punti. Nel 2012 arriva il primo podio nella classe Regina sempre con Tech3 grazie ad un terzo posto a Brno, ottiene un altro terzo posto in Australia e chiude la stagione al 7° posto con 151 punti.

Nel 2013 resta con la medesima squadra, ottiene due podi in Francia e in Italia e la sua prima pole ad Assen. La stagione lo vede concludere quinto con 188 punti.

Nel 2014 passa in Ducati dove chiude la stagione tredicesimo con 74 punti. L’anno successivo passa in Honda nel team di Cecchinello. Va sul podio in Argentina e finisce il campionato in ottava posizione con 125 punti.

Il 2016 lo vede restare in squadra senza un compagno.

Arriva secondo in Germania ed ottiene la prima vittoria in MotoGP a Brno in Repubblica Ceca, questo risultato è anche la prima vittoria di un britannico nella massima classe del Motomondiale. Riassapora la vittoria a Philip Island e conclude la stagione al settimo posto assoluto con 141 punti. Nel 2017 ottiene un podio in stagione e chiude al nono posto con 112 punti.

Il 2018 continua il rapporto con il team LCR.

Vincitore in Argentina, Poleman in Spagna e sul podio nel GP di San Marino a Misano ed in Giappone. La stagione si conclude al 7° posto con 148 punti. Nel 2019 resta in squadra ed arrivano 3 podi: in Qatar e Germania è 3° e 2° in Australia. Il campionato lo vede terminare al nono posto con 133 punti.

Il 2020 è la sua ultima stagione con HRC e LCR Racing. Per il 2021 dovrà accasarsi altrove se vuole restare in MotoGP.

Scritto da Filippo Imundi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Valentino Rossi: chi è il campione della MotoGP vincitore di nove titoli mondiali

Partire per le vacanze: cosa controllare prima di un viaggio in auto

Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.