Citroën C4 L: come potrebbe essere la sostituta della C-Elysée

Assumerà gli attributi crossover della nuova generazione di auto compatte.

La Citroën C4 L è la sostituta della vecchia C-Elyséè. Facciamo un passo indietro: colpita dal successo della Dacia Logan, Citroën presentò la sua risposta un po’ meno low-cost al Salone di Parigi 2012: la C-Elysée. Questo modello arrivò nel 2016, per poi scomparire nel 2019 per mancanza di successo.

Questa berlina, strettamente derivata dalla Citroën C3 e dalla Peugeot 208 dell’epoca, non riuscì a convincere con la sua carrozzeria a 4 porte.

Altrove, nell’Europa dell’Est, nel Nord Africa e nell’Europa del Sud, ha avuto più successo e lo ha ancora. Potrebbe infatti essere seguita da un modello ancora più moderno basato sulla recente C4, un veicolo di cui abbiamo una prima illustrazione oggi.

Citroën C4 L: non per noi!

Quindi, ovviamente, come abbiamo appena visto, questo modello non farà per noi. Il principio è semplice, prendete una C4 e allungatela di qualche centimetro, sostituite il portellone con un classico bagagliaio e otterrete questa C4 L. Più originale della C-Elysée, che non è difficile dal momento che la prima era piuttosto insipida, questa C4 assumerà gli attributi crossover della nuova generazione di auto compatte.

L’altezza da terra sarà aumentata, ci saranno protezioni di plastica in stile SUV e linee tese e da coupé.

Citroën C4 L dettagli

Sarà più moderna ma, come la C4, sarà basata sulla stessa piattaforma della C3 e 208, e non sulla piattaforma più avanzata della nuova 308, che le permetterà di mantenere prezzi molto più bassi di quest’ultima.

Dovremmo trovare la stessa gamma di motori con 3 benzina (100, 130 e 155 CV) e 2 diesel (110 e 130 CV). Una versione elettrica ë-C4L è anche logicamente possibile.

La sostituta della C-Elysée non sarà più prodotta nella fabbrica di Vigo in Spagna, ma a Madrid. La produzione dovrebbe iniziare intorno a ottobre del prossimo anno, con le prime auto che saranno consegnate nel primo trimestre del 2023.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Aston Martin Valkyrie: i primi clienti a ricevere la loro hypercar

Volkswagen Multivan: com’è la nuova ibrida plug-in?

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media