Notizie.it logo

Classifica piloti Formula 1 2019 aggiornata al Messico

classifica piloti formula 1 2019

Diamo i voti ai piloti del mondiale F1 2019.

Classifica piloti formula 1 2019. Mancano ormai poche gare al termine di questo campionato di Formula uno e Motorimagazine.it ha deciso di regalarvi le sue pagelle di fine stagione. I voti andranno da 0 a 10 e saranno basati sulla media delle prestazioni offerte dai piloti durante il campionato che sul loro rendimento complessivo ovvero come hanno saputo reagire nei vari appuntamenti presenti nel calendario 2019. Quindi non solo prestazione ma anche, per alcuni, adattamento al massimo campionato dell’automobilismo sportivo mondiale.

Classifica piloti Formula 1 2019

L’ordine è dato dalle gerarchie dei team e non dall’attuale posizioni raggiunta dai piloti nel campionato.

Lewis Hamilton10 : Il campione di Stevenage anche quest’anno è riuscito a mantenere una continuità di prestazione impressionante. Dimostrando grazie al suo enorme ed innato talento di poter sopperire alle (poche) mancanze della W10 che si sono presentate nel corso della stagione. Il sesto titolo è meritato.

Valtteri Bottas7 : Il pilota finlandese doveva dimostrare a Mercedes di meritare la riconferma e per farlo ha svolto solamente il compito di gregario del compagno più blasonato.

Avrebbe potuto ottenere prestazioni migliori ciò nonostante è riuscito ad ottenere da Mercedes la riconferma per la prossima stagione.

Sebastian Vettel7.5 :Il pilota tedesco della Ferrari ha subito sin dall’inizio della stagione l’arrivo del nuovo compagno di squadra. Ha regalato prestazioni con molti bassi e pochi alti, alcuni errori grossolani come ad esempio l’episodio con Stroll a Monza, l’ultimo in ordine di tempo. Il podio di Hockenheim ma soprattutto la vittoria a Singapore sembrano aver riportato in auge il vero Sebastian Vettel.

Charles Leclerc9 : Charles Leclerc disse di prendere come un’opportunità l’approdo in Ferrari. E’ andato oltre. Ha ottenuto le prime due vittorie in carriera a Spa e Monza ed inoltre è il pilota ad avere ottenuto più pole in questa stagione (6) riuscendo a migliorare di volta in volta i propri punti deboli. Ha sorpreso sia gli addetti ai lavori che non.

Il futuro in Ferrari è nelle sue mani.

Max Verstappen7 : Sembrava essere migliorato poiché ha mantenuto per oltre un anno il record di arrivi a punti consecutivi che durava da Monaco 2018. Nelle ultime gare sembra essere tornato alla sua caratteristica condotta di gara aggressiva. La troppa aggressività non gli permette di sfruttare il suo enorme talento e di massimizzare i risultati che la macchina è in grado di dargli.

Alexander Albon6.5 : Al debutto nel campionato ha subito ottenuto importanti piazzamenti che gli sono valsi il posto in Red Bull. Alla prima esperienza in un top team non ha sfigurato, soprattutto visto il compagno di box…

Gli altri team

Carlos Sainz6 : Doveva essere una stagione importante per il pilota spagnolo che si ritrovava prima guida di un team blasonato ed invece sono più le prestazioni negative che quelle positive. Inoltre ha subito l’arrivo del nuovo compagno di squadra.

Lando Norris7 : Dei nuovi arrivati era senza dubbio quello con maggior pressione.

Non ne ha risentito ed è parso da subito al livello del compagno con più esperienza. E’ riuscito a batterlo in più di un’occasione. Sarà da tenere d’occhio per il futuro.

Daniel Ricciardo6.5 : Il pilota australiano arriva alla Renault con i gradi di capitano, non surclassa il compagno e guida una vettura ben distante da quella che si immaginava. Non si è ancora abituato al fatto che la Renault è un cantiere in costruzione. Finora non è arrivato pienamente il suo contributo.

Nico Hulkenberg5.5 : Il tedesco è ormai con un piede fuori dalla Formula 1. Quest’anno ha ottenuto prestazioni al di sotto del minimo che il suo talento è in grado di garantirgli. La Renault gli ha dato il ben servito, conviene cercar fortuna altrove.

Sergio Perez6.5 : Ha battuto sonoramente il compagno sia in qualifica che in gara e merita la riconferma.

Lance Stroll5 : Ci si aspettava di più da lui in questa nuova esperienza invece è parso spaesato e le prestazioni sono la testimonianza.

Non competitivo quanto il compagno, non basta comprare una squadra per competere in F1.

Danil Kvyat5.5 : Nonostante le positive prestazione nei confronti dei compagni di team sarà molto probabilmente costretto a rimanere dove è.

Pierre Gasly5 : non all’altezza della Red Bull. Ha subito la retrocessione e ha prestazioni meno brillanti del compagno.

Romain Grosjean5 : si lamenta sempre della macchina ma non analizza mai il suo livello di prestazione. Continuando così non migliorerà affatto.

Kevin Magnussen5 : Quando è in giornata regala gare positive. Il più delle volte è nella giornata no ed è sempre in mezzo a situazioni spiacevoli (per colpa sua il più delle volte).

Kimi Raikkonen6.5 : Ad inizio stagione quando l’auto era competitiva ne ha tratto il massimo dimostrando che la carta d’identità è solo un numero. Al rientro dalla pausa estiva ha iniziato a subire il compagno di squadra.

Antonio Giovinazzi6 : Aveva bisogno di ambientarsi in F1.

E’ arrivato il primo punto, da lì è anche migliorato nel confronto con Kimi.

Robert KubicaN.C. : Voto dato per la macchina. Ha subito costantemente il compagno. Bravo a rientrare in F1 ma ormai non è più il campionato adatto a lui.

George RussellN.C. : La macchina è imbarazzante. Non può esprimere il suo talento e quindi si limita al “compitino” di battere costantemente il compagno.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche