Dacia Duster: il SUV che continua a farsi amare

Gli anni passano, ma la salute della Dacia Duster rimane inalterata: continua a sedurre nonostante l'età avanzata e senza la minima ibridazione.

La Dacia Duster continua a farsi amare a distanza di tempo. Dall’arrivo della terza generazione di Dacia Sandero, nessuno si sorprende di vedere questa city car in cima alle classifiche di vendita dei clienti privati. Pur mantenendo prezzi molto accessibili, la piccola vettura rumena ha fatto un salto di qualità in termini di presentazione e di equipaggiamento, diventando il perfetto esempio di auto che offre solo l’essenziale.

Un’ottima base ripresa dal Jogger, che ha almeno altrettante qualità, con l’aggiunta dell’abitabilità.

La Dacia Duster è ora l’eccezione, essendo l’unica costruita su un vecchio telaio. Ma questo ritardo tecnico non impedisce al SUV rumeno di rimanere al vertice. Lanciata nel 2017 e sottoposta a un leggero restyling, la Duster ha comunque trovato 15.000 clienti tra gennaio e giugno 2022. Di questi, 12.000 erano clienti privati, il che lo rende il quinto veicolo più venduto in questo canale.

Questo risultato è tanto più notevole in quanto il SUV rumeno non può contare su alcuna forma di ibridazione.

La Dacia Duster invecchia, ma è ancora un’ottima macchina da corsa

Detto questo, gli anni passano e la Duster non invecchia. Gli interni sono un po’ austeri, ma l’insieme è comunque ben assemblato e robusto. Su strada, rimane un modello di comfort, grazie alle sospensioni ben calibrate con ampie escursioni. Sotto il cofano, tutti i motori sono raccomandabili.

Se manca un po’ di muscoli per viaggiare con la famiglia, l’ECO-G 100 si dimostra estremamente economico nell’uso grazie alla compatibilità con il GPL. Il Blue dCi 115 è meno redditizio vista l’impennata dei prezzi del diesel, ma rimane molto sobrio ed è anche l’unico motore ad avere una versione a trazione integrale, rilevante per chi vive in regioni montane.

Dacia Duster mercato

I benzina TCe 130 e 150 brillano per prestazioni e fluidità di funzionamento. Trattandosi dello stesso motore – 4 cilindri 1.3 turbo – la coppia è abbastanza simile (240 Nm contro 250) e i 130 CV sono quindi più che sufficienti. Tuttavia, il 150 CV è l’unico modo per beneficiare del cambio automatico EDC. Rinnovata nel 2021, la Dacia Duster ‘2’ sarà sostituita nel 2024 da una terza generazione le cui caratteristiche sono state in parte rivelate dalla concept Bigster. La prossima Dacia Duster sarà ancora piuttosto squadrata, ma avrà nuovi interni e motori rivisti, con l’arrivo di una versione ibrida per la prima volta su questo modello.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contents.media