Le dieci migliori auto sportive hardcore del 2021

Ecco le migliori auto sportive che potrebbero realizzare i vostri sogni più intrinsechi.

Volete sapere quali sono le dieci migliori auto sportive hardcore del 2021? Ebbene, benvenuti nel territorio dei veri appassionati di benzina. Qui è dove risiedono l’incredibile aderenza e il ritmo, il coinvolgimento vivido del guidatore, il brivido e l’equilibrio supremo della maneggevolezza.

Le auto che stiamo considerando sono autentici immortali della velocità e dell’eccitazione. Alcune di loro sono così adrenaliniche, infatti, che non appartengono affatto alla strada, anche se sono tutte omologate per la strada con targa.

Qui, classifichiamo sia le macchine di produzione attuale che quelle che sono andate fuori vendita ma non sono ancora state sostituite. Questi tipi di auto non escono spesso, non rimangono in giro per molto tempo, e le migliori restano rilevanti molto tempo dopo che sono scomparse dal commercio.

Fare una classifica delle dieci migliori auto sportive, senza contare quelle che sono tecnicamente defunte, significherebbe negare ad alcune incredibili auto il riconoscimento che le spetta.

McLaren 765 LT

L’ultimo modello della serie speciale “Longtail” della McLaren non è privo di difetti, ma come tour de force esplosivo nelle alte sfere del mondo delle “supercar da trackday”, prende qualche punto. Per prima cosa, lo sforzo e la spesa che sono andati nella 765 LT meritano un riconoscimento.

Rimuovere peso da qualcosa di leggero come la 720S non è un’impresa da poco, e ha richiesto misure estreme come l’uso di dadi delle ruote in titanio e vetri più sottili, che aiutano a risparmiare 80 kg in totale.

Il propulsore consiste nel V8 biturbo 4.0 litri della McLaren, sintonizzato a 755bhp con una trasmissione finale più corta, per un’accelerazione che spezza il collo. Tuttavia, dove l’LT si discosta davvero dal modello dinamico stabilito dalla 720S riguarda il suo equilibrio più volubile e la gestione dei limiti.

Semplicemente l’auto vuole giocare, ed è probabilmente la più divertente che McLaren abbia mai costruito.

Prenderà un po’ di imbardata in tutte le fasi della curva, forse sacrificando un po’ di velocità nel processo. Tuttavia, è questa combinazione di dinamismo di sterzo e senso di leggerezza che rende l’esperienza di guida così memorabile. La fregatura? La 765 LT non è così facile da padroneggiare, quindi i piloti devono dimostrare il loro coraggio.

Porsche 911 GT3

La suprema attenzione all’hardcore, la robustezza nei track-day e la brillantezza nella gestione della Porsche 911 GT3 ne fanno un’auto che richiede assolutamente un riconoscimento. È diventata la risposta predefinita a qualsiasi ritorno sull’investimento per la velocità, l’eccitazione e la ricompensa del pilota. L’unica nota stonata è che, al giorno d’oggi, le GT3 sono diventate molto ricercate.

Anche se visivamente più rumorosa di prima, la 992 GT3 non è ancora una macchina che spicca per una brillantezza particolarmente forte. Il motore a sei cilindri 4.0 litri da 503 CV la fa sembrare un po’ troppo potente in questa compagnia, e anche nella gamma di modelli Porsche ci sono diverse 911 con una potenza dichiarata e prestazioni accelerative maggiori. Tuttavia, nessuna rivale ha la miscela della GT3 di ritmo, aderenza, equilibrio e peso posizionato in modo utile. Nessuna ha la precisione dinamica a tutto tondo e l’eccezionale controllabilità necessaria allo stesso tempo per stabilire tempi sul giro fulminanti e far correre la vostra immaginazione in pista.

La nostra unica riserva su quest’ultima versione della serie 992 è che sembra essere stata posizionata più deliberatamente come un’auto da pista. Quindi invade la posizione della prossima GT3 RS nella gamma ancora prima che il modello di punta sia stato annunciato. Nel complesso, la GT3 non è così completa come l’auto della 991, a nostro parere. Tuttavia, il quadro generale è che attraverso quattro generazioni e altrettante revisioni di metà ciclo, la GT3 è migliorata sempre di più da quando la prima è apparsa nel 1999.

McLaren 600 LT

I lettori abituali potrebbero essere un po’ sorpresi di vedere la McLaren 600 LT scivolare al terzo posto di questa lista. Non fraintendeteci, la McLaren è un’auto sportiva hardcore viscerale, altamente coinvolgente e splendidamente bilanciata, che funziona in modo sublime sia su strada che su pista. Il fatto che sia qui, va solo a dimostrare quanto altamente consideriamo la 911 GT3 uscente e la nuova feroce 765 LT.

La 600 LT è basata sulla fantastica 570S, ed è il terzo modello ‘Longtail’ lanciato da McLaren Automotive. La potenza è stata aumentata di 30bhp a 592bhp per gentile concessione di uno scarico più libero. Le molle sono significativamente più rigide, i suoi ammortizzatori sono stati messi a punto, e la nuova carrozzeria aggressiva ora la vede generare ancora più deportanza in velocità. Nella sua versione più leggera (senza aria condizionata, senza alzata del muso, senza stereo ecc.) pesa 1247 kg a secco (meno persino della 620R).

Il pacchetto risultante è davvero qualcosa di speciale. Ora è anche più veloce, più aderente e più gratificante dal punto di vista acustico che mai.

Ferrari 488 Pista

Ecco le statistiche principali: 710bhp, 568 lb ft, 1359kg, da zero a 62mph in 2.85sec e un prezzo di £252,765 . In breve, la 488 Pista è un pezzo veramente serio ed efficace, per giunta.

Questa è un’auto che sembra essere definita dall’immediatezza. Girate il volante e l’anteriore risponde con l’agilità di una lepre inseguita. La doppia frizione a sette velocità cambierà gli ingranaggi più velocemente di quanto voi possiate battere le palpebre. Se siete abbastanza coraggiosi da estendere tutta la corsa dell’acceleratore, vi troverete a recuperare all’orizzonte a un ritmo allarmante. Data l’immensa potenza della Pista, sarebbe facile liquidarla come una creatura da pista, ma la realtà è che è una delle auto più equilibrate, regolabili e lusinghiere che si possano comprare.

Il fatto che non sia così abile a sfruttare al meglio le sue capacità su strada, come la McLaren 600 LT, la fa scivolare al quarto posto. Ma è un divario incredibilmente stretto che separa rivali molto diversamente sintonizzati.

migliori auto sportive ferrari

Porsche 911 GT2 RS

Qui è dove l’auto sportiva più amata del mondo diventa un po’ sciocca. Non c’è mai stata una 911 più veloce o più potente della GT2 RS da 690bhp e 211mph. Questa uber-911 cerca di combinare l’attenzione alla pista della GT3 RS con un livello di coppia e prestazioni di pura forza bruta che anche una 911 Turbo S fatica ad eguagliare. È una bella dichiarazione d’intenti e, se non altro per gli alti standard della Porsche, non è del tutto riuscita.

Un dettaglio così piccolo non deve necessariamente frapporsi tra il proprietario di una GT2 RS e l’apprezzamento di quella che rimane un’auto da guidare incredibilmente convincente. L’auto usa ruote posteriori da 21 pollici e pneumatici a sezione 325 per trasmettere il suo “veleno” sull’asfalto. Ha freni carbo-ceramici di serie e un set-up delle sospensioni ancora più specializzato di quello di una GT3 RS.

Eppure, a differenza di quasi tutte le altre 911 GT2 mai esistite, sa come comportarsi quando l’occasione lo richiede. In altri momenti? È balistica. Non senza turbo lag, ma è ancora notevolmente reattivo e lineare, e veloce come una hypercar in pieno grido. È anche accessibile e obbediente in pista, per la maggior parte. Tuttavia, non si sente come se fosse cablata come una GT3 e non coinvolge nella stessa misura.

Mercedes-AMG GT Serie Nera

Portando più tecnologia motorsport di qualsiasi macchina di produzione nella storia di Mercedes-AMG, la vecchia GT R era la grande rivale della Porsche 911 GT3. Il fatto che sia esistita ci dice molto sulla determinazione di AMG, di emergere dall’ombra come produttore di auto sportive di pari statura e acclamazione. Questo emergere arriva sotto forma della Mercedes-AMG GT Black Series, che sembra essere una versione ancora più calda della GT R, ma in realtà è una bestia completamente diversa.

Il sesto modello Black Series è 35 kg più leggero della GT R, condivide un sacco di conoscenze aerodinamiche genuine con le auto GT3 della Mercedes-AMG ed è il nuovo detentore del record del giro del Nürburgring. Ha infatti spiazzato la Lamborghini Aventador SVJ. AMG ha anche rivisto il V8 twin-turbo, cambiando la vecchia manovella rombante a croce con una voce più piatta, e aumentando la potenza a 720bhp, rendendo quest’auto il modello di serie più potente. Le sospensioni e gli interni sono anch’essi adeguatamente corsaioli, come ci si aspetterebbe.

Tuttavia, ciò che rende la Black Series una tale rivelazione è la fiducia che quest’auto ispira. Come ha detto Matt Prior:”Si può guidare il cracker della Black Series, sentirsi coinvolti e legati nel processo e, alla fine, è probabile che abbia girato circa cinque secondi più lentamente di una GT3 da corsa”.

Lamborghini Huracán Performante

La Lamborghini Huracán Performante è stata fino a poco tempo fa l’auto di serie più veloce della storia a girare sul circuito del Nürburgring Nordschleife. Questo rende la Lambo da 630 CV, superleggera e a quattro ruote motrici, più veloce di una McLaren P1 o di una Porsche 918 Spyder. È quindi la prova di quanta aderenza, incisività, equilibrio e precisione sono stati ingegnerizzati nel telaio della Huracán. Sarà difficile prepararvi al malvagio, sanguigno ululato del motore V10 aspirato di quest’auto quando supera gli 8.000 giri.

In un’epoca di avversari turbocompressi, il motore affilato come una lama della Huracán è davvero da abbracciare e assaporare. Tuttavia, in questa Huracán, l’equilibrio di gestione e gli incredibili pneumatici Pirelli Trofeo R dell’auto possono finalmente avvicinarsi allo stesso tipo di brillantezza del motore.La Huracán ha una presenza e un senso dell’occasione da supercar quasi impareggiabili, per non parlare di tutta quell’anima sanguinante. Qui troverete caratteristiche e prezzo della Lamborghini Huracán.

Come oggetto del desiderio, il suo fascino è multiforme; non troverete una fibra di carbonio più bella in nessun’altra parte del mondo. Come auto da guidare, le manca solo quell’ultimo grado di portamento e interattività dell’acceleratore del migliore dei suoi rivali.

Lamborghini Aventador SVJ

Menzionare la parola “jota” in compagnia di un colto appassionato di supercar produrrà sempre una reazione con le ginocchia traballanti. La prima era il progetto preferito del collaudatore della Lamborghini Bob Wallace, per aumentare il livello di prestazioni della leggendaria Miura e per rendere l’auto pronta per le corse sportive FIA. È stato costruito un solo prototipo, che è stato ridotto in cenere prima di poter generare una serie molto speciale a edizione limitata.

La Aventador SVJ è solo la seconda Lamborghini dai tempi della Miura di Wallace a portare la targhetta “jota” . È anche un tributo all’importantissima stirpe di supercar con motore centrale a dodici cilindri, che dovrebbe essere in qualche modo trasformata con la sostituzione della Aventador. L’azienda ha infatti intenzione di cambiare la ricetta della sua supercar più grande prodotta in serie aggiungendo l’elettrificazione.

Grande, larga, pesante e straordinariamente rapida, questa è un’auto che richiede sforzo fisico, compromessi corporei e molto impegno per essere guidata al meglio. Un abitacolo angusto e piuttosto datato metterà alla prova il vostro entusiasmo per primo. Dopodiche, la violenza dei cambi di marcia dell’auto, la ferocia del suo ritmo assoluto e l’intensità della concentrazione necessaria sono le vostre prossime sfide da superare. La Aventador SVJ dà un’esperienza di guida di crudezza e attitudine quasi senza pari. Lottare per un giro veloce è un’esperienza gratificante, in un’epoca in cui il business di andare veloce è sempre più facile.

Vi piacciono le emozioni hardcore fisicamente testate e deliziosamente old-school? Questa Lambo è perfetta.

migliori auto sportive lamborghini

Lotus Exige Cup 430

Questa è niente di meno che la più veloce auto di produzione legale su strada che Lotus abbia mai fatto. Significativamente modificata dalle specifiche della Sport 380 di Hethel, la Cup 430 ha un motore V6 sovralimentato, buono per 430bhp e condiviso con la Evora GT430. Nella versione “Final Edition” pesa solo 1098kg senza fluidi, rendendola buona per uno sprint 0-62mph dichiarato di 3.2sec. La velocità massima è di 174 miglia orarie, in un’auto che produce anche centinaia di chilogrammi di deportanza.

Su strada o su pista, la Cup 430 si sente ferocemente veloce e intensamente coinvolgente, a un livello che nessuna Lotus moderna ha mai raggiunto prima. È un’auto senza la solita preferenza di Hethel per una guida su strada morbida e respirante, ma ha ammortizzatori regolabili a tre vie, Ha inoltre barre antirollio regolabili, quindi può essere impostata a proprio piacimento. Nell’impostazione standard, la sua cabina è stretta e senza fronzoli, come sono sempre state le Exige.

In pista, la maneggevolezza dell’auto è poco meno che magnifica. Un’auto così leggera non punisce troppo la sua meccanica, e può essere guidata duramente giro dopo giro senza mostrare un accenno di indebolimento sotto pressione. È un’esperienza di guida che ricompensa l’investimento dello sforzo e dell’impegno con un’eccitazione vivida. Si mostra con una velocità enorme e una maneggevolezza estremamente agile ed equilibrata, anche se piuttosto spaventosa in condizioni di bagnato.

La produzione termina nel 2021, da qui l’introduzione del modello Final Edition. Se quindi volete assicurarvi una delle auto da trackday più inimitabili mai realizzate, e assicurarvene una da nuova, questo è il momento giusto.

Nissan GT-R Nismo

Il fatto che la Nissan possa persino tirare pugni nella stessa categoria della McLaren dimostra quanto bene abbia sviluppato la GT-R. Quest’ultima è recentemente riapparsa in veste hardcore Nismo, circa 13 anni dopo il debutto della generazione R35 originale.

Quest’ultima iterazione ottiene più leggerezza, turbocompressori per il V6 da 3,7 litri, enormi freni in ceramica e immancabili aggiunte aerodinamiche. La potenza rimane a 592 CV, ma il prezzo è salito a un indecoroso 175.000 sterline.

Il problema, come sempre, è che la GT-R è fondamentalmente un’auto pesante.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come proteggere l’auto dal caldo e dal sole: le soluzioni

Le migliori auto sportive a prezzi accessibili

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media