Manutenzione dell’auto elettrica: tutti i dettagli

Un'offerta piuttosto vantaggiosa. Ecco tutti i dettagli.

Dotata di tecnologia all’avanguardia, ci si aspetta che la manutenzione dell’auto elettrica sia più costosa. In realtà, con meno componenti meccanici da sistemare le EV dovrebbero richiedere meno tempo in garage, e avere un impatto minore sul vostro portafoglio.

Tuttavia, questo non vuol dire che il vostro veicolo a batteria non richieda una rapida revisione ogni tanto, perché come tutte le auto la manutenzione non si tratta solo del motore. Quindi cosa è necessario? La nostra guida definitiva all’assistenza e alla manutenzione dell’auto elettrica rivela tutto.

Manutenzione dell’auto elettrica: quali parti hanno bisogno di essere revisionate?

Come abbiamo già detto, è improbabile che il motore elettrico richieda molta attenzione.

I motori a benzina e diesel hanno migliaia di parti mobili, mentre i motori elettrici sono abbastanza semplici, con la maggior parte delle unità composte da non più di 20 componenti.

Di conseguenza, non c’è olio da cambiare o filtri da rinnovare, o pompa dell’acqua da cambiare. Tuttavia, sarà comunque necessario un rapido controllo con una macchina diagnostica, che rileverà qualsiasi possibile codice di errore che potrebbe richiedere attenzione.

Lo stesso vale per la batteria, che è probabilmente ancora meno soggetta a manutenzione in quanto non ha parti mobili. Le singole celle saranno controllate per le prestazioni, e qualsiasi cella danneggiata apparirà nei dati.

I tecnici daranno anche un’ispezione visiva ai cavi elettrici ad alta tensione. Tipicamente di colore arancione brillante, questi articoli pesanti saranno controllati per danni e connessioni allentate. La maggior parte è ben protetta da qualsiasi tipo di detriti stradali, quindi i problemi sono improbabili.

Come le auto tradizionali, gli EV hanno un sistema di raffreddamento, che in questo caso mantiene la batteria alla temperatura ottimale indipendentemente da quanto duramente il motore stia lavorando o dalla temperatura esterna. La maggior parte è raffreddata a liquido e richiede poco più di un’ispezione visiva dei livelli del liquido e il rabbocco se necessario.

Il resto di un EV è praticamente lo stesso di un normale veicolo con motore a combustione interna, il che significa che riceverà un’attenzione simile. Detto questo, come tutti i sistemi idraulici, il liquido dei freni dovrà essere cambiato, cosa che di solito avviene ogni due anni.

Infine, il sistema di riscaldamento e ventilazione sarà valutato, e nella maggior parte dei casi il filtro dell’aria della cabina sarà cambiato. Anche i livelli di refrigerante del sistema di aria condizionata saranno controllati e ricaricati se necessario.

Manutenzione dell’auto elettrica: dove posso farla riparare?

Anche se non è complicato dal punto di vista meccanico, l’uso di sistemi elettrici ad alta tensione di un EV significa che può richiedere un’attenzione specialistica. Attualmente ciò significa che per la maggior parte dei proprietari la migliore opzione di manutenzione è attraverso un concessionario principale autorizzato. Di solito ogni officina avrà uno specialista EV che è stato addestrato specificamente per il lavoro sui modelli elettrici di quella marca, il che significa anche l’attrezzatura corretta.

Tuttavia, con alcune delle prime auto elettriche che si avvicinano al decennio, c’è un numero crescente di officine specializzate che sono in grado di lavorare sugli EV. Molti avranno accesso alle più recenti attrezzature diagnostiche, più un software che permette loro di controllare lo stato di salute del pacco batterie agli ioni di litio. I costi complessivi dipendono anche dal modo in cui decidete di caricare la vostra auto elettrica, soprattutto in base al tipo di caricabatterie.

manutenzione dell'auto elettrica costi

Intervalli di manutenzione dell’auto elettrica

Nonostante abbiano meno parti in movimento di cui occuparsi, gli EV di solito seguono un intervallo di manutenzione simile ai loro cugini a combustione interna. Gli elementi legati alla sicurezza come i freni, le sospensioni e i pneumatici devono essere monitorati, quindi non sarebbe saggio lasciare grandi intervalli tra una revisione meccanica professionale e l’altra.

A seconda del produttore, la necessità di visitare un concessionario si baserà sul tempo e sulla distanza. Per esempio, una Nissan Leaf avrà bisogno di attenzione una volta all’anno o a 18.000 miglia, a seconda di quello che viene prima. Come le altre sue auto, la BMW i3 ha una manutenzione basata sulle condizioni, con il computer di bordo che ti fa sapere quando è necessario prestare attenzione – anche se il marchio raccomanda una visita almeno ogni due anni. In entrambi i casi, è meglio controllare il manuale della vostra auto per qualsiasi requisito di servizio specifico.

Esclusioni di manutenzione dell’auto elettrica

Proprio come con un’auto a benzina o diesel, ci saranno varie esclusioni ed esenzioni quando si tratta di manutenzione. Per esempio, mentre tutti i componenti vitali saranno controllati e i fluidi rabboccati, qualsiasi materiale di consumo da sostituire dovrà essere pagato in aggiunta. Alcuni produttori offrono pacchetti di manutenzione all-inclusive che includono la sostituzione di elementi come pneumatici e spazzole dei tergicristalli, ma questi piani possono essere costosi.

Se un componente si è guastato a causa di un difetto di fabbricazione, se l’auto è ancora in garanzia dovrebbe essere sostituito gratuitamente. Tuttavia, sarete responsabili della sostituzione delle parti danneggiate o di quelle che si sono guastate al di fuori della garanzia del produttore.

Costi di assistenza dell’auto elettrica e piani di manutenzione

Con un numero molto inferiore di componenti che richiedono attenzione, e l’eliminazione di elementi di servizio costosi, i costi di manutenzione possono essere molto più bassi su un EV. In alcuni casi il costo di un viaggio al concessionario può essere la metà di quello di una benzina o di un diesel.

Come sempre, ci sono due modi per pagare la manutenzione: in un unico pagamento ad ogni servizio, o con un piano prepagato. Quest’ultimo sta diventando sempre più popolare, perché non solo ti permette di fare un budget in anticipo, ma è normalmente possibile pagare il costo mensilmente. Oltretutto, bisogna considerare anche i costi per caricare l’auto elettrica.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Le peggiori auto da polizia della TV

Qual è la durata della batteria di un’auto elettrica?

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media