MG4: prima illustrazione della Mégane elettrica con un tocco cinese

MG avrà presto la sua auto compatta elettrica, una futura rivale della Mégane E-Tech 100% elettrica, e dovrebbe essere chiamata MG 4.

All’inizio dell’anno, abbiamo condiviso con voi le foto di una MG4 ancora pesantemente camuffata. Mentre le voci suggerivano una city car, la conferma è arrivata dopo e dallo stesso produttore cinese attraverso un tweet: l’auto sarà un po’ più grande.

Sarà una berlina compatta o, in altre parole, un futuro concorrente della Renault Mégane E-Tech e Volkswagen ID.3. Sulla base degli esemplari fotografati lo scorso gennaio e delle immagini ufficiali condivise dal marchio asiatico, siamo già in grado di condividere con voi una prima illustrazione di questo futuro modello!

MG4: un’auto elettrica compatta con un grande look

Non possiamo fare a meno di notare che l’auto che dovrebbe essere chiamata MG4, e che è stata chiamata in codice “EH32”, internamente non mancherà di stile.

All’aspetto da crossover alto della Mégane e a quello piuttosto monovolume della ID.3, la nuova MG risponderà con un profilo più classico di una vera piccola hatchback compatta. Sarà quindi apparentemente piuttosto bassa, ma più lunga dei suoi concorrenti (4,30 m per la MG contro 4,26 m per la VW e solo 4,21 m per la Renault) e con un tratto marcato, linee tese e molto taglienti.

Con un cofano spiovente che forma una “V” come una macchina sportiva, fari allungati che salgono abbastanza in alto verso le ali anteriori, un paraurti aggressivo con grandi prese d’aria alle estremità, sarà la macchina sportiva del lotto. Infatti, piuttosto che la ID.3, è il suo cugino spagnolo, la Cupra Born, che la MG4 sembra intenzionata a sconvolgere.

MG4 caratteristiche

Lo spettacolo deve ancora venire

Solo la parte anteriore del veicolo è stata illustrata, non la parte posteriore. Tuttavia, è la parte posteriore che sarà la parte più spettacolare di questo veicolo. MG ha già dato un assaggio dell’ampia striscia di luce che correrà lungo entrambi i lati del portellone. Dovrebbe, per la sua posizione appena sotto il finestrino posteriore e per la sua prominenza, costituire una specie di spoiler. Oltre a dargli molto carattere, l’aerodinamica ne beneficerà, e quindi sia la tenuta di strada che il bilancio energetico. Un buon punto perché, come quasi tutte le MG, questo veicolo sarà alimentato solo da motori a zero emissioni.

Inoltre, le voci suggeriscono che ci saranno diverse versioni. Si dice che il modello base sia ben equipaggiato con due motori elettrici e una potenza di 130 kW o 177 CV. Ma ci potrebbe essere una variante con tre motori che forniscono un enorme 209 kW o 284 CV. Abbastanza per competere con un molto probabile futuro ID.3 GTX. Per quanto riguarda l’autonomia, la batteria garantirebbe fino a 400 km al massimo. Tutte queste informazioni saranno confermate alla fine dell’anno, quando il modello di produzione sarà presentato ufficialmente.

I primi esemplari saranno consegnati nel Regno Unito nella prima metà del 2023, e altri paesi seguiranno rapidamente. Con questo veicolo progettato soprattutto per il mercato europeo, MG punterebbe a 120.000 unità all’anno. Ambizioso, forse, ma il produttore non ha smesso di battere record dal suo ritorno nel Vecchio Continente.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Nuova BMW M2 (2022): le prime caratteristiche degli interni

Peugeot e-Boxer, Citroën ë-Jumper, Opel Movano-e: maggiore autonomia!

Leggi anche
Contents.media