Notizie.it logo

Non solo elettrico: il futuro è anche a metano

metano

Oltre all'elettricità anche il metano si candida a diventare l'energia del futuro

La mobilità sta cambiando, oltre alla benzina e al gasolio altre forme energetiche stanno entrando nel mercato e si propongo di sostituire quelle vecchie. Si parla molto di elettrico, completamente elettrico o ibrido che sia, si parla un po’ meno della mobilità ad idrogeno (che poi è una sottoforma di elettrico) ma non si parla quasi mai del caro vecchio metano, ormai una realtà nel mondo automotive ma che non viene considerato quasi mai nella mobilità del futuro.

Gli attori del metano

Se l’elettrico ha i suoi protagonisti (Tesla in primis), anche il metano ha i suoi. Seat è infatti al lavoro da decenni per sviluppare al meglio questa tecnologia e crede fortemente nel metano come fonte di energia alternativa. Negli ultimi anni ha infatti sviluppato motori che hanno ben poco da invidiare ai loro corrispettivi a benzina. Come per tutte le energie alternative le problematiche principali riguardano l’affidabilità, la disponibilità di una fonte energetica da cui rifornire e l’autonomia del mezzo.

Perché il metano?

Il metano può considerarsi molto vantaggioso perché inquina meno (-25% di emissioni di anidride carbonica rispetto ad un benzina), costa molto meno (-50% al chilometro rispetto ad un benzina e -30% rispetto ad un Diesel) e tempi di rifornimento identici.

Il numero di distributori di questa fonte energetica non è molto alto, questo a causa del fatto che il metano non si trasporta su camion come avviene per la benzina o il Diesel, ma il distributore deve allacciarsi al metanodotto, con conseguente aumento dei costi. In ogni la rete di distribuzione si sta fortemente incrementando in questi anni, lasciando ben sperare per il futuro.

Perché SEAT ci crede?

SEAT crede molto in questa fonte energetica e ci ha investito molto perché rappresenta forse l’alternativa migliore che ci sia al Diesel in questo momento. Considerando che un motore a metano costa come un Diesel e che non richiede particolari spese di manutenzione in più il vantaggio economico per il cliente sul lungo termine è elevato. L’accurato lavoro di sviluppo ha consentito a SEAT di proporre modelli capaci di essere sia ecosostenibili, ma anche compatibili con lo stile di vita moderno. Come ha infatti dichiarato Luca De Meo, Presidente di SEAT:

SEAT sta promuovendo l’uso del metano come alternativa sostenibile ai tradizionali combustibili fossili. Questo gas consente infatti di ridurre le emissioni di CO2, senza alcun impatto negativo sulle caratteristiche distintive delle nostre vetture. Inoltre, grazie alla compatibilità della tecnologia con il biometano proveniente da fonti rinnovabili, assume un’importanza ancora maggiore nell’era della mobilità a basse emissioni

Inoltre, nel caso si dovesse esaurire il metano nel serbatoio, i veicoli sono dotati di un serbatoio per la benzina, prolungandone così l’autonomia senza creare problemi al guidatore.

Conclusione

Il metano, a causa dei suoi innumerevoli vantaggi, potrà sicuramente rivestire un ruolo chiave nel futuro.

Gli unici problemi ad oggi riguardano le prestazione, molto lontane dal benzina o dall’elettrico, ma esclusi i cavalli persi i vantaggi restano molteplici. Sicuramente nei prossimi anni la tecnologia farà un boom e il numero delle auto a metano in circolazione aumenterà notevolmente, anche considerando che il numero dei distributori è in aumento.

© Riproduzione riservata
Leggi anche
  • Ztl: cos’è, costi e sanzioniZtl: cos’è, costi e sanzioniLa Ztl comprende un’area urbana coincidente con il centro storico o aree architettoniche di pregio. La gestione avviene attraverso la ...