Chiavi auto: a cosa è dovuto il ritorno a quelle meccaniche?

La crisi dei microchip colpisce il mondo delle quattro ruote: ecco perché stanno tornando le chiavi meccaniche delle auto al posto di quelle smart.

La crisi che ha colpito il mondo dell’automobilismo non sembra avere fine. Dopo gli anni del Covid, lo scoppio della guerra in Ucraina ha portato ad altre difficoltà. Tra le conseguenze c’è anche il ritorno delle chiavi meccaniche delle auto.

Chiavi auto meccaniche: il passo indietro a causa della guerra

Dopo i difficili anni del Covid, che hanno inevitabilmente colpito anche il mondo delle quattro ruote, la crisi non sembra ancora essere giunta alla fine. La causa, questa volta, è lo scoppio della guerra in Ucraina.

Il conflitto, oltre ai rincari su energia e materie prime, ha portato anche alla mancanza di microchip. Una parte importante nella produzione soprattutto dei nuovi modelli tecnologici.

chiave intelligente

La crisi legata ai chip ha così costretto a ritardare consegne e produzione e, in alcuni casi, a bloccare la creazione di nuovi modelli. L’ultimo effetto che tale mancanza ha avuto ha però colpito l’oggetto ormai prodotto da quasi tutte le case automobilistiche, ovvero la smart key.

La mancanza dei microchip potrebbe infatti portare ad un passo indietro, oltre che al conseguente ritorno delle chiavi meccaniche. La produzione delle smart keys sembra infatti prossima all’interruzione, almeno fino alla fine dell’emergenza.

Chiavi auto meccaniche: Toyota la prima a cambiare sulle orme di Peugeot

La prima ad affrontare il passo indietro sulle chiavi è stata la Toyota. La casa automobilistica giapponese ha infatti optato per il ritorno alle chiavi meccaniche, non consegnando dunque quelle più tecnologiche.

Toyota non è però stata la pioniera del ritorno al passato. La Peugeot infatti, prima del colosso nipponico, ha fatto una scelta simile sul proprio modello 308. La strumentazione digitale dell’auto francese era stata infatti sostituita con quadranti analogici.

volante peugeot

Volkswagen invece, sempre spinta dalla crisi dei microchip, ha comunicato alcuni passi indietro sulle proprie tecnologie. Tra questi, i pulsanti presenti sul volante che da touch e dotato di feedback tattile, torneranno ad essere dei semplici bottoni da premere.

LEGGI ANCHE:

Scritto da Chiara Zambelli
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche