Perché il Tesla Cybertruck è diventato più economico della Model 3?

Le pratiche commerciali di Tesla, a volte, danno luogo a incoerenze improbabili.

Tesla è una sorta di yo-yo con il suo listino prezzi, rendendo il Cybertruck il suo veicolo più conveniente nella terra. Tesla non è estranea a cambiare il prezzo delle sue auto elettriche. La Tesla Model Y e la Model 3 hanno recentemente pagato il prezzo negli Stati Uniti con un aumento del prezzo di vendita.

Questo rende meccanicamente il Tesla Cybertruck il veicolo più accessibile. Che vergogna! Secondo un utente di Twitter, Tesla ha recentemente aumentato i prezzi dei suoi due modelli di punta, la Model 3 e la Model Y. Entrambi hanno visto un aumento di prezzo di circa 1.000 dollari, e anche 2.000 dollari per la Model 3 Standard Autonomy.

Cybertruck parte da 39.900 dollari, per ora

Mentre la presunta berlina entry-level ora parte da 41.990 dollari, il Tesla Cyberturck diventa il veicolo più conveniente del marchio.

Dal momento che non è ancora permanentemente sul mercato, il pick-up elettrico è immune ai cambiamenti di prezzo e la sua versione Single Motor è ancora al prezzo di 39.900 dollari.

Naturalmente, non si possono trarre conclusioni e il prezzo del Cybertruck potrebbe anche cambiare, come stipulato nei termini e condizioni quando si prenota una copia. Resta il fatto che le pratiche commerciali di Tesla a volte danno luogo a incoerenze improbabili.

Tesla Cybertruck caratteristiche

Tesla Cybertruck: i dettagli

Tesla Cybertruck è un’astronave gigante che sembra provenire dal futuro. Le sue dimensioni, infatti, sono semplicemente mastodontiche. Vi diciamo solo che la lunghezza supera i 6 metri.

Per quanto riguarda l’autonomia, si conta su una tecnologia ingegneristica davvero insuperabile.

Cybertruck è un pick-up corazzato che può contare su tre diversi livelli di autonomia ottenibili con una sola ricarica e su tre diverse configurazioni di motore legate anche a tre diverse capacità di batteria.

La prima ha in mente di usare un’unità elettrica solo sull’asse posteriore con autonomia di circa 400 km. La seconda, invece, va a usare un doppio motore, uno per asse, con la trazione integrale e un’autonomia di circa 483 km. L’ultima versione è la migliore, infatti prevede addirittura un triplo motore elettrico, la trazione integrale e in più un’autonomia di circa 804 km. Cosa volere di più?

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Smart SUV elettrica: la versione di produzione si mostra in anticipo

MotoGp, Valentino Rossi prossimo al ritiro

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media