Tesla Model Y: potrebbe non essere un successo come la Model 3

Il SUV non ha molto di più da offrire rispetto alla berlina.

Nonostante condividano le stesse tecnologie, la Model 3 e la Tesla Model Y hanno prezzi molto diversi. Fino a più di 16.000 euro separano le auto entry-level! Come si può spiegare un tale divario per auto che sono tecnicamente simili? La stessa base tecnica, le stesse batterie e il 75% dei componenti identici…

Sarebbe facile pensare che il SUV Model Y, l’ultimo nato della gamma Tesla, avrebbe un prezzo più o meno uguale alla sua sorella Model 3.

Tuttavia, quando si guarda il listino prezzi ci si rende subito conto che la realtà è diversa. Mentre la berlina parte da un prezzo attraente di 43.800 euro, bisogna pagare non meno di 59.990 euro per una Model Y. La ragione principale della differenza è che la Model 3 offre una versione entry-level a trazione posteriore con una batteria modesta, che aiuta a mantenere il prezzo basso.

Con un prezzo inferiore a 45.000 euro, può richiedere un bonus di 6.000 euro. La Model Y, d’altra parte, deve accontentarsi di 2.000 euro, a condizione che nessuna delle rare opzioni disponibili sia spuntata per rimanere sotto la fatidica soglia dei 60.000 euro.

Perché la Tesla Model Y potrebbe non essere un successo come la Model 3

Resta il fatto che la 3 e la Y sono ancora distanti 7.000 euro per la stessa versione, che non è una somma trascurabile quando si tratta di prendere una decisione.

A parte un bagagliaio significativamente più grande, il SUV non ha molto di più da offrire rispetto alla berlina, soprattutto perché la versione a 7 posti non è ancora disponibile in Europa.

tesla model Y conversione

Si dice che sarà potenzialmente possibile configurarla quando la Giga Factory di Berlino sarà operativa, ma fino ad allora solo la Mercedes EQB è un SUV elettrico a 7 posti relativamente compatto sul mercato. Tra l’altro, il 9 ottobre si è tenuta l’inaugurazione della Giga Factory.

Un futuro più incerto

È quindi difficile immaginare che la Y andrà così bene nelle classifiche come il modello 3, che è stato il top seller di auto elettriche durante i primi nove mesi dell’anno (18.501 unità vendute). L’auto americana ha anche il lusso di essere al 15° posto in termini di vendite per tutte le energie combinate, davanti a modelli come la Citroën C5 Aircross, la Volkswagen Golf e la Renault Arkana.

L’effetto novità non è da trascurare, tuttavia, come dimostrano le cifre sbalorditive del Norwegian Road Traffic Information Board. Disponibile solo da poche settimane, la Model Y ha già venduto 4.873 unità! È improbabile che si verifichi un’esplosione simile in Norvegia entro la fine del 2021, ma la performance è degna di nota.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

MotoGP 2022, il calendario provvisorio delle gare

Porsche 911 elettrica: rimandata ma inevitabile?

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media