Renault Scénic Vision: tutte le risposte alle vostre domande

Le concept car sono molto più concrete di quello che suggeriscono. È il caso della Scénic Vision svelata da Renault qualche giorno fa.

La Renault Scénic Vision, annunciata poco tempo fa, sta facendo parlare di sé. Conosciamo già alcune informazioni in merito, ma molte persone si pongono diverse domande. Ecco tutto ciò che dovreste sapere.

Il passaggio al genere SUV per l’ultima monovolume Renault

Di fronte alla grande ondata di SUV, iniziata più di dieci anni fa in Europa, non tutti i produttori hanno scelto la stessa strada. Due monovolume sono ancora presenti nel catalogo Renault a metà del 2022, mentre questo stile di carrozzeria non è più presente in Peugeot dal 2017 e in Citroën da qualche tempo. Sebbene il desiderio di mantenere una certa varietà di stili di carrozzeria sia da lodare, bisogna riconoscere che questa strategia non ha dato i suoi frutti.

In un momento in cui la fine del ciclo di vita delle attuali Espace e Scénic suona, la Losange affronta l’ovvio e passa al 100% al mondo dei SUV.

Il primo vero concept di Gilles Vidal

Gilles Vidal è entrato in Renault da Peugeot due anni fa, ma non aveva ancora avuto il tempo di produrre il suo primo studio di design. È stato lui a presentare il concept elettrico R5 lo scorso anno, ma il design di questo “revival” era già stato definito prima del suo arrivo a Losange.

Con la concept Scénic Vision, il nuovo capo dello stile Renault ha finalmente messo la sua impronta e rimarrà quindi l’artefice della prima Scénic in stile SUV. A ben guardare, alcune delle “trovate” dei recenti modelli Peugeot si ritrovano in questa silhouette.

A cominciare dai LED verticali su entrambi i lati del paraurti anteriore, che riprendono le zanne della 208 e della 2008 supervisionate da Vidal, tra le altre.

Con la sua silhouette snella e piuttosto dinamica, la futura Scénic non dovrebbe avere problemi a trovare il suo pubblico.

Renault Scenic Vision caratteristiche

Ibridazione elettrica/idrogeno, perché?

Come tutte le concept car, la Scénic Vision porta con sé diversi messaggi. Il messaggio più istruttivo è che utilizza il 70% di materiali riciclati e il 95% di materiali riciclabili, ma il messaggio più istruttivo è che si tratta di un motore ibrido elettrico/idrogeno. Costruita sulla piattaforma CMF-EV, questa concept prende semplicemente in prestito la batteria da 40 kWh e il motore elettrico a rotore avvolto da 220 CV dalla recente Mégane E-Tech. Ma come complemento, questa Scénic del futuro nasconde anche nel pavimento una cella a combustibile di circa 16 kW che trasforma i 2,5 kg di idrogeno immagazzinati nella parte anteriore in elettricità per il motore.

Lungi dall’essere una finzione – questo concept viaggia già a quasi 90 km/h – questa tecnologia potrebbe diventare realtà entro il 2030 presso Renault. Sebbene sia complesso e costoso, offre comunque il vantaggio di un raggio d’azione confortevole. La cella a combustibile funge solo da estensore dell’autonomia.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contents.media