Renault Talisman TCe 140: il motore è già stato rimosso

Una scrematura necessaria a causa della carenza di semiconduttori.

Il motore a benzina entry-level TCe 140 rimarrà nel catalogo della Renault Talisman solo per un breve periodo. È apparso nel listino all’inizio dell’anno ed è scomparso questo mese. Mentre è entrato nel catalogo della Renault Talisman lo scorso febbraio ed è arrivato nelle concessionarie solo all’inizio dell’estate, la variante a benzina entry-level TCe 140 CV sta prendendo un posto in secondo piano questo mese.

Il motivo è semplice: a causa della carenza di semiconduttori, Renault sta riordinando la sua gamma e rimuovendo le versioni meno popolari.

Renault Talisman: rimozione delle finiture di fascia bassa, forte aumento del prezzo d’entrata

Ciò non dovrebbe aiutare la grande berlina poiché, oltre alla scomparsa di questo motore, notiamo anche la scomparsa della finitura di accesso Zen e la serie limitata Limited. Di conseguenza, il biglietto d’ingresso è salito da 34.800 euro a 41.200 euro.

Potete consolarvi con il fatto che la penalità di CO2 non è molto alta: aspettatevi di pagare tra 150 e 740 euro per la berlina, a seconda del motore scelto, e tra 240 e 1.172 euro per la tenuta.

Va anche notato che il TCe 140 CV era il solo e unico motore offerto con una trasmissione meccanica.

Renault Talisman motore

Renault Intens: la entry level

La nuova entry-level Intens è ben nota e, soprattutto, generosamente equipaggiata. Rivestimenti misti pelle/tessuto, ruote da 18″, schermo touch screen da 9’3″ e strumentazione digitale sono tra i tanti elementi interessanti. Sono presenti anche compatibilità Android Auto e Apple CarPlay, caricatore a induzione per smarphone, telecamera di retromarcia e cruise control adattivo.

La versione Initiale Paris è ancora più chic e techno con la sua pelle nappa, i cerchi da 19″, i sedili anteriori riscaldati, le luci Matrix LED e l’ammortizzazione controllata, nonché il suo sistema a quattro ruote sterzanti per una migliore maneggevolezza e sicurezza.

Bisogna tuttavia accettare che si dovrà aggiungere un extra di 4.800 euro al conto finale. Ad ogni modo, tra le varie novità dell’azienda, figura il lancio di un certificato in grado di garantire la capacità della batteria delle auto elettriche.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

La futura Kia Niro 2022 mostra il suo design

Farnova Othello: la hypercar cinese da 1835 cavalli

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media