Suzuki GSX-8S: design, motori e dimensioni

Nuovo look, nuovo motore, nuova piattaforma... Suzuki presenta la sua attesa roadster di medie dimensioni, nuova al 100%.

Dopo la Honda CB750 Hornet, è il turno della Suzuki GSX-8S di unirsi alla battaglia dei pesi medi. Dopo una lunga attesa tra brevetti e foto di sviluppo, Suzuki ha creato una sorpresa, sia dal punto di vista estetico che tecnico, nei confronti della Yamaha MT-07, sempre di successo.

E no, non ha nulla a che vedere con la Suzuki GSX-S 750.

Suzuki GSX-8S: design, motori e dimensioni della moto

Si potrebbe anche chiamare “baby GSX-S 1000”. Sebbene la nuova roadster giapponese sia nuova nella gamma per questa cilindrata, prende in prestito alcuni codici estetici dalla sorella maggiore di ultima generazione. La Suzuki GSX-8S (notare il nuovo nome) ha una silhouette sportiva e affilata, relativamente sottile.

Nella parte anteriore, le luci a LED a gradini e la testa della forcella appuntita ci ricordano questo rapporto. Il resto della roadster rimane molto più conservativo rispetto al suo predecessore, con scoop, sedile, serbatoio e carrozzeria posteriore meno spigolosi.

Solo la luce del freno all’estremità del portatarga e il telaietto posteriore a vista danno un tocco di fantasia a questa GSX-8S. Anche i cerchi da 17 pollici non fanno impazzire e sono semplicemente blu per due dei tre colori (molto classici) proposti.

Per il resto, dobbiamo ammettere che la moto giapponese non trascende, e potremmo addirittura paragonare il suo look a quello di una certa roadster cinese firmata CFMoto.

La Suzuki GSX-8S sembra concentrarsi sulla funzionalità e sul controllo dei costi, lontano da qualsiasi esotismo.

Suzuki GSX-8S caratteristiche

Bicilindrico da 82,9 CV

In termini di design, è nuovo senza essere nuovo, a differenza del resto della moto. Tuttavia, la Suzuki GSX-8S inaugura la nuova piattaforma del produttore, con un motore bicilindrico da 776 cc con albero motore a 270° (doppio albero a camme in testa) che sviluppa 82,9 CV e 78 Nm di coppia.

Il motore è sospeso su un telaio tubolare in acciaio con telaio posteriore a vista e dichiara un consumo di carburante di 4,2 l/100 km. Il motore è accompagnato da un acceleratore elettronico ride-by-wire, da tre modalità di guida (Active, Basic, Comfort), dall’assistenza alle basse velocità, dal controllo di trazione e dal cambio di serie. Il pacchetto elettronico Suzuki Intelligent Ride System (S.I.R.S.) è controllato da un display TFT a colori da 5 pollici.

202 chili a pieno carico

Infine, il telaio è dotato di freni a doppio disco da 310 mm all’anteriore (pinze radiali Nissin a 4 pistoni), freni a disco singolo da 240 mm al posteriore (pinza flottante Nissin a singolo pistone) e sospensioni KYB: forcella rovesciata con 130 mm di escursione all’anteriore, ammortizzatore centrale regolabile nel precarico al posteriore.

Il tutto per un peso di 202 kg a pieno carico. Non ci resta che sperare che il prezzo sia inferiore agli 8.000€ per renderla una seria concorrente della Honda CB750 Hornet e della Yamaha MT-07! Vi aggiorneremo non appena avremo notizie certe in merito. Uscirà nel 2023.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contentsads.com