Ferrari 250 GT Drogo: prezzo e caratteristiche della celebre “Breadvan”

Ferrari 250 GT Drogo, in questo articolo analizziamo le caratteristiche di una delle Ferrari più conosciute: la celebre Breadvan.

La sigla 250 è nell’universo Ferrari da sempre simbolo di vetture da un design unico. La GTO è naturalmente la più famosa e vincente ma non sono da meno le versioni SWB (Short Wheel Base) e la sorella GT. Di questo particolare modello c’è una versione che ha suscitato molto interesse ovvero la 250 Drogo.

In questo articolo scopriremo il suo prezzo e le principali caratteristiche.

Ferrari 250 GT Drogo: le caratteristiche

Iniziamo parlando del suo telaio, infatti questo è derivato da una 250 a passo corto del 1961. E’ costruito in lega leggera per ridurre al massimo il peso, caratteristica naturale per una vettura che deve essere impiegata nelle competizioni.

Il motore è un V12 aspirato 3.0 di cilindrata accoppiato ad un cambio a quattro rapporti.

Questo specifico modello fu acquistato l’anno seguente, il 1962, dal Conte Giovanni Volpi che voleva per la sua scuderia, la Serenissima, una vettura identica ad una 250 GTO.

Per questo lavoro si affidò al grandissimo Giotto Bizzarrini. Ferrari però non era favorevole a questo tipo di progetto su una vettura nuova, di conseguenza Volpi acquistò una 250 GT usata come auto-progetto.

Bizzarrini sviluppò le idee delle GTO da competizione assieme a Piero Drogo (da qui il nome dell’auto).

Si tratta di una vettura più bassa rispetto alla normale GTO il cui tetto è stato spostato verso la coda della vettura, da qui il nome Breadvan (furgone del pane). Le linee preserò poi il nome di coda tronca.

Il prezzo

La vettura rimase di proprietà della famiglia Volpi fino al 1965. La Drogo venne venduta all’asta da Christie’s nel 2005 per 800.000€. Un prezzo decisamente al di sotto delle quotazioni previste per il tipo di auto, fissate all’epoca in 1.200.000€.

Vi basti pensare che una 250 GTO è stata battuta all’asta per 20 milioni di euro.

Ora è di proprietà di Klaus Warner, titolare della Classic Cars di Wuppertal, in Germania.

Difficile fare stime sul valore attuale, vedendo le sorelle più famose e la rarità di questo specifico modello si potrebbe azzardare una base di partenza superiore ai 5 milioni di euro.

Ecco altre Ferrari:

Scritto da Filippo Imundi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Segnali di divieto: quali sono e qual è il loro significato

Come togliere il ghiaccio dall’auto: i nostri consigli infallibili

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media