Honda CBR 650 R: la sportiva di media cilindrata

La leggendaria CBR di casa Honda si aggiorna alla versione 2021: tutte le caratteristiche del modello Euro5.

Negli ultimi anni si sta assistendo al grande ritorno delle sportive di media cilindrata, e la casa motoristica giapponese Honda non ha intenzione di rimanere indietro.

Dopo aver fatto il suo ritorno nel 2019, la Honda CBR 650 R è pronta ad affrontare di nuovo il mercato delle sportive di media cilindrata con il suo allestimento 2021.

Honda CBR 650 R: caratteristiche tecniche

Motore: 4 cilindri in linea

Si parte immeddiatamente con il passaggio all’Euro5: restano i 95cv a 12.000rpm, mentre la coppia perde un po’, passando da 67 a 64nm a 8.500rpm. Lo scotto da pagare per l’adeguamento alle normative europee non incide particolarmente sulle prestazioni della sportiva giapponese.

Il 4 cilindri Honda richiede ovviamente di essere portato agli alti regimi per dare il meglio di sé, ma la doppia presa d’aria dinamica riesce a dare molto corpo anche ai medi regimi.

Migliorati anche i rapporti delle marce, i quali sono stati allungati per evitare un continuo utilizzo della frizione in città o nel misto stretto.

Non siamo comunque di fronte ad una moto da passeggio, anche prendendo in considerazione le vibrazioni non indifferenti che la Honda CBR 650 R rilascio intorno ai 6.000rpm. Aggiungendo lo stile di guida che risulta essere non esageratamente aggressivo ma comunque impegnativo (la posizione di guida è prettamente sportiva, con pedane arretrate e rialzate), questa “sportiva made in Japan” non è il mezzo più adatto per una gita fuori porta.

Ciclistica: sportiva sì, ma non estrema

Il telaio a diamante in acciaio è supportato da una forcella Showa telescopica SFF da 41mm tarata per uso sportivo con 120mm di escursione all’anteriore, garantendo sicurezza sia nei rettilinei che nei cambi di direzione, al posteriore troviamo invece un monoammortizzatore con regolazione sul precarico e “solo” 43,5mm di escursione (necessaria per avere una risposta sportiva dalla moto).

I cerchi da 17′ pollici montano pneumautici sportivi da 120/70 e 180/55, pensati per superare i 240 Km.

A completare la ciclistica troviamo un impianto frenante di tutto rispetto che però scopre il fianco ad alcuni difetti: mentre il doppio disco da 310mm all’anteriore garantisce sicurezza e confidenza anche nelle staccate più impegnative, il disco singolo da 240mm al posteriore tende troppo spesso a chiamare in causa l’ABS, smorzando ogni velleità di portare la Honda CBR 650 R oltre certi limiti.

Honda CBR 650 R: il prezzo

Con un prezzo di listino pari a 9.190€, non si può certo dire che la Honda CBR 650 R sia una moto alla portata di tutti, ma il costo rispecchia la qualità proposta?

Non siamo di fronte ad una supersport pura come potrebbe esserlo una Yamaha YZF R1, dunque non si può pretendere una ciclistica pensata per prestazioni da circuito, tuttavia sospensioni ed impinato frenante riescono a sostenere tranquillamente una guida più brillante (se si scende a patti con l’intromissione dell’ABS al posterioe), ed il motore 4 cilindri risponde egregiamente dai regimi medio-alti (anche qui, bisogna imporsi di superare il fastidio delle vibrazioni intorno ai 6.000rpm).

LEGGI ANCHE: Ducati Panigale V2: scheda tecnica

Scritto da Andrea Palumbo
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Yamaha Tracer 7, tutte le caratteristiche principali della touring

Sospensioni auto: tutto ciò che c’è da sapere

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media