I piani di Nissan: Ariya e l’investimento nella fabbrica di batterie

Il futuro elettrico di Nissan e alcuni dubbi in merito.

Nissan sta aumentando i suoi sforzi di elettrificazione in Europa con un nuovo piano di investimento EV36Zero nel suo stabilimento di Sunderland. Il marchio, tuttavia, è stato il volto dell’elettrificazione per anni: cosa viene dopo?

Quali sono le attuali auto elettriche di Nissan?

Al momento, c’è la Leaf hatchback e il prossimo crossover Ariya. Nissan ha anche annunciato un altro EV, che ci aspettiamo sia il sostituto della Leaf. Quest’ultima era originariamente un pioniere come EV nella sua prima generazione. Ciononostante, è rimasta indietro rispetto alla concorrenza negli ultimi anni, come il ritmo del cambiamento nel settore delle auto elettriche ha accelerato esponenzialmente.

Quello che una volta era un vero concorrente EV è ora una seconda scelta di fronte alla concorrenza di così tanti produttori di auto più mainstream, con la sua gamma mediocre e i compromessi di usabilità ora confrontati sfavorevolmente con artisti del calibro di ID.3 di VW, Tesla Model 3 e Polestar 2.

Quindi, Nissan sta intensificando i suoi sforzi.

Ariya

Il primo nuovo EV del marchio è il tanto chiacchierato Ariya. Si tratta di un grande crossover SUV progettato per affrontare il VW ID.4 e Ford Mustang Mach-E tra gli altri rivali, in arrivo alla fine del 2021 con due dimensioni di batteria e una piattaforma elettrica completamente nuova condivisa con Renault e Mitsubishi. La piattaforma CMF-EV sotto la Ariya può avere due dimensioni di batteria – 68 e 87kWh – con l’opzione di trazione posteriore o integrale e una gamma massima di 310 miglia dal più parsimonioso delle versioni provenienti.

C’è anche, naturalmente, l’ultima Qashqai. Non è un veicolo elettrico a batteria, ma una versione range-extender è in arrivo molto presto sotto la nuova bandiera e-Power del marchio. C’è un motore, ma non aziona le ruote; carica infatti la batteria, il che significa che la Qashqai e-Power si guida come un’auto elettrica senza bisogno di una spina.

Nissan EV

La Nissan ha confermato che sta sviluppando un secondo crossover elettrico (che sospettiamo sostituirà la vecchia Leaf) come parte di un massiccio piano di investimenti presso lo stabilimento di Sunderland.

Anch’esso sarà basato sulla piattaforma CMF-EV, ma ci aspettiamo che abbia un’impronta più piccola della Ariya. Nissan dice che l’impianto di Sunderland è il posto migliore per il lavoro, dato che sta costruendo modelli Leaf lì da nove anni.

piani elettrici di nissan

Cos’è questa storia del grande investimento?

È stato soprannominato EV36Zero da Nissan – un hub da un miliardo di sterline con sede nello stabilimento di Sunderland del marchio che include la costruzione di una nuova Gigafactory di batterie. I piani includono anche metodi per riutilizzare le batterie EV come stoccaggio di energia nella struttura.

Nissan dice che il progetto interconnesso creerà 6200 posti di lavoro per Nissan, compresi 909 nuovi ruoli nello stabilimento di Sunderland per produrre il nuovo EV. La decisione di produrre il nuovo veicolo nello stabilimento del Nord Est dell’Inghilterra assorbe circa 423 milioni di sterline dell’investimento di un miliardo di sterline.

La nuova gigafactory si basa sullo stabilimento di batterie di Envision AESC fondato nel 2012 a Sunderland, che già produce batterie per la Leaf e l’e-NV200.

Nissan realizzerà un’auto elettrica sportiva?

Nissan è stata quasi silenziosa come un EV sul futuro delle sue iconiche auto sportive, la 370Z e la GT-R. Tuttavia,il product planner Ivan Espinosa ha ammesso che l’azienda stava discutendo se la prossima 370Z dovesse essere completamente elettrica, come Porsche e Audi stanno rimuginando per i sostituti della 718 Cayman/Boxster e TT.

Naturalmente, questo non è successo. La nuova Z è già stata rivelata, e la chiameremo provvisoriamente 400Z. È completamente vecchia scuola, richiama le auto Z classiche ed è dotata di un V6 turbo, l’opzione di un manuale e persino un freno a mano manuale.

Eppure, Espinosa ha detto che una Z elettrica era costantemente in discussione. Tuttavia ha aggiunto: “Dobbiamo stare attenti. Il consumatore è pronto per un’auto sportiva elettrica? Ne abbiamo discusso all’infinito”. Si tratta di un equilibrio difficile perché Nissan potrebbe finire con qualcosa che non è né carne né pesce. Gli acquirenti più tradizionali sono pronti al 100%? E poi c’è la questione della tecnologia: “Quando sarà pronta a fornire le prestazioni che ci si aspetta da un’auto sportiva?”, riflette Espinosa.

Anche se i team di pianificazione del prodotto non hanno preso la decisione di rendere la loro auto Z un EV questa volta, il marchio sa certamente che può venderla solo in alcuni mercati per non incidere sulle emissioni della sua flotta. Ecco perché la nuova Z con motore V6 non arriverà in Europa – il marchio si sta invece concentrando sulla vendita in Nord America e in Giappone.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ford Evos: la nuova crossover elettrica tutta da scoprire

Peugeot Speedfight 4 50: caratteristiche tecniche e prezzi della 2T

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media