La Dacia Logan MCV ottiene una seconda vita elettrica

La Lada Largus, una station wagon derivata dalla Dacia Logan MCV e commercializzata in Russia, sarà presto disponibile in una versione elettrica denominata e-Largus.

La Dacia Logan MCV potrebbe ottenere una seconda vita elettrica. AvtoVAZ, la società madre del marchio Lada, era una filiale del gruppo Renault fino allo scorso maggio. Tuttavia, in seguito all’invasione russa dell’Ucraina, la società francese si è sciolta.

Lada deve quindi reinventarsi, e questo potrebbe comportare l’utilizzo di veicoli elettrici.

Il costruttore ha appena annunciato che sta sviluppando una versione “a zero emissioni” della Largus, un’utilitaria basata sulla vecchia Dacia Logan MCV, che sarà offerta sia in versione “touring” che in versione “utility”. La Lada e-Largus è stata annunciata con l’illustrazione di un concept in lamiera. Non è ancora stato detto nulla sull’origine del propulsore della vettura e sulle sue caratteristiche.

Il motore sarà installato sotto il cofano anteriore, al posto del motore a combustione. La batteria sarà alloggiata sotto il pavimento, distribuita tra la parte inferiore del sedile posteriore e il tunnel centrale che separa i sedili anteriori.

Dacia Logan MCV versione elettrica: Lada è pronta a elettrificare la Russia?

Lada non ha ancora rivelato alcuna finestra di commercializzazione per la e-Largus, e per una buona ragione. Nella sola repubblica russa di Udmurtia ci sono solo una decina di punti di ricarica per i veicoli elettrici, secondo Aleksandr Brechalov.

Egli invoca la realizzazione di infrastrutture dedicate nella regione e, più in generale, in Russia, che sembra essere una condizione essenziale per la redditività commerciale dell’e-Largus.

Dacia Logan MCV e-largus lada

Per il momento, le attività industriali del Paese sono soggette ai capricci della guerra.

Pertanto, la produzione della Lada Vesta, che sarà trasferita da Izhevsk allo stabilimento di Togliatti che produceva auto Dacia con il marchio Renault, non riprenderà prima della primavera del 2023, secondo quanto dichiarato dal produttore. La produzione della Largus termica dovrebbe continuare, e quindi Dacia sopravviverà in un certo senso in Russia senza il gruppo Renault.

LEGGI ANCHE:

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contents.media