Radford Type 62-2: nasce una nuova Lotus da corsa carrozzata

Tutti i dettagli sul nuovo e interessante prodotto di Radford.

Radford, il carrozziere risorto degli anni 40 e 50, ha rivelato il suo primo prodotto: la Type 62-2. Si tratta di una ricreazione dell’auto da corsa Lotus Type 62 della fine degli anni ’60. È la prima auto moderna carrozzata da Radford, con altre a seguire.

È stata costruita in collaborazione con la Lotus stessa, e questo è il nostro primo sguardo al design esterno finito.

Radford Type 62-2: è un bel colpo d’occhio

La Type 62-2 è bassa, larga e ha una carrozzeria impressionante. Mentre l’aspetto generale è retrò, la tecnologia del 21° secolo è presente nel design. L’illuminazione è a LED e la carrozzeria è costruita in fibra di carbonio e alluminio. Radford ha confermato due versioni: Classic e Gold Leaf.

La Classic ha spunti più evidenti alla Type 62 originale che è stata progettata senza un’ala posteriore, con ruote anteriori/posteriori da 17/18 pollici.

Tuttavia è la versione Gold Leaf che ha fatto il debutto in pubblico. Questa ha una livrea specifica per il periodo e le ali aggiunte per una maggiore deportanza, ruote anteriori/posteriori da 18/19 pollici, un doppio spoiler a coda d’anatra.

Le specifiche

A causa dei materiali leggeri utilizzati, le versioni race-spec del tipo 62-2 hanno un peso a secco di meno di 1000kg.

I pannelli della carrozzeria sono in fibra di carbonio e il telaio monoscocca sottostante è tutto in alluminio. Radford ha utilizzato un V6 sovralimentato da 3,5 litri nella Type 62-2. Nella configurazione Classic, produce 430bhp – portandoci a credere che sia il motore della Lotus Evora GT430.

Radford Type 62

La specifica Gold Leaf lo porta a 500 CV attraverso una rimappatura del motore e pistoni aggiornati. Entrambi i modelli ottengono un sistema di scarico in titanio. È possibile avere sia un manuale a sei velocità o un sette marce a doppia frizione sul modello Classic, con il modello Gold Leaf che ha l’auto a doppia frizione per impostazione predefinita. Altrove, il tipo 62-2 ha molle coilover con ammortizzatori regolabili a quattro vie, sterzo non assistito e un sistema opzionale di sollevamento. Sono inclusi l’ABS e il controllo di stabilità, che è possibile disattivare.

Cos’è Radford?

Radford è stata originariamente fondata nel 1948 come Harold Radford Coachbuilders, costruendo modelli Bentley e Rolls-Royce su misura. Uno dei primi fu la Bentley Countryman nel 1951 e fu coinvolta nella creazione della carrozzeria in fibra di vetro del primo prototipo della GT40. Il marchio aveva anche celebrità che facevano la fila per creazioni uniche, compresi i Beatles.

Da allora il carrozziere è stato riportato in vita, con il campione di F1 Jenson Button, il presentatore televisivo Ant Anstead e il car designer Mark Stubbs. Quest’ultimo ha avuto una carriera con Bentley, Bugatti, Nissan e Ford. A proposito di Ford, sono state introdotte alcune novità sui miglioramenti della Ford Focus ST Edition.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Mini Strip e il design di Paul Smith: tutti i dettagli

Pininfarina Battista e il suo debutto a Monterey

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media