Lexus ROV: un buggy di lusso alimentato a idrogeno

Lexus specifica che le sue emissioni inquinanti sono ridotte quasi al 100%.

Senza preavviso, è stato svelato il Lexus ROV Concept, una visione stupefacente di un buggy di fascia alta alimentato a idrogeno. La Toyota Mirai è l’auto a idrogeno più popolare. Tuttavia, non è l’unica del marchio giapponese a esplorare nuovi usi per l’idrogeno.

È il caso della Toyota Corolla H2 iscritta alla competizione, la cui configurazione meccanica ha dato origine alla GR Yaris H2. Tuttavia, questo motore è ora utilizzato dal Lexus ROV Concept.

E come i due precedenti prototipi Toyota, questo buggy ha un motore a combustione modificato per essere alimentato direttamente dall’idrogeno. Con una cilindrata di 1.0 l, la sua potenza totale non è stata menzionata dal produttore giapponese. Tuttavia, Lexus specifica che le sue emissioni inquinanti sono ridotte quasi al 100%.

Secondo il marchio, solo una piccola quantità d’olio potrebbe scivolare nei cilindri ed essere rilasciata nello scarico.

Lexus ROV dettagli

Fascia alta per il Lexus ROV Concept

Con una lunghezza di 3,12 m e una larghezza di 1,73 m, il Lexus ROV Concept offre spazio per due passeggeri in un veicolo che è fedele allo stile del marchio.

L’interno è disordinato come al solito per questo tipo di veicolo, ma inventa il concetto di buggy premium, con sedili in pelle sintetica montati su ammortizzatori, un volante rivestito in pelle e un quadro strumenti analogico e digitale di ispirazione motociclistica.

A differenza del Cyberquad di Tesla, Lexus non offrirà mai una versione di produzione del concept. Tuttavia, quest’ultimo dimostra le ambizioni del marchio per questa tecnologia e le possibilità di “miniaturizzare” i motori a idrogeno per i futuri modelli di produzione.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Volta arriva in Europa con un modello originale

La Polestar 3 inizia a mostrare la sua silhouette sportiva

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media