3 buone ragioni per scegliere un motore a benzina

Guida piacevole, motore e tanto altro ancora...

La ruota ha girato: dopo anni in cui il diesel è stato il re, il motore a benzina si sta prendendo la sua rivincita. Preoccupati di essere banditi dalle grandi aree urbane nel prossimo futuro, molti acquirenti di seconda mano stanno optando per motori senza piombo.

Questo non è senza conseguenze, poiché l’offerta di benzina negli annunci è inferiore a quella dell’olio combustibile, e i prezzi sono saliti. Questa tendenza è stata addirittura aggravata di recente dalla crisi dei semiconduttori, che ha spinto i clienti a passare ad auto usate molto recenti.

Tuttavia, al di là del contesto attuale, ci sono molte altre buone ragioni per scegliere un motore a benzina piuttosto che un diesel. Ecco alcune spiegazioni.

Guida fluida e piacevole

Questo non è mai stato un problema. Tra un benzina e un diesel, il primo ha sempre offerto una guida più fluida e piacevole. Tuttavia, quando l’HDI e altri hanno beneficiato di numerosi miglioramenti tecnici – di cui l’iniezione diretta e il common rail sono senza dubbio i più eclatanti – hanno dato uno schiaffo al buon vecchio motore a combustione. L’abbiamo quasi dimenticato, ma non molto tempo fa, la maggior parte dei motori a benzina non aveva il turbo.

Inoltre, per i motori di piccole e medie dimensioni, richiedeva una modalità di funzionamento speciale.

Con una combinazione di coppia/potenza elevata, dovevi affrontare la pigrizia ai bassi regimi e poi giocare con la frusta per ottenere la potenza nei giri. Ma, come il diesel, è stata l’adozione del turbo che ha cambiato tutto per i blocchi di benzina. Se sono sempre in grado di prendere più giri rispetto ai loro equivalenti diesel, il temperamento del PureTech o TSI è ora vicino a bassi regimi.

Questo ha due virtù: il piacere di guida e il consumo di carburante sono migliorati, perché il conducente non ha più bisogno di forzare il motore.

scegliere motore a benzina

Il suono

Se alcuni motori diesel sono lontani dal far sanguinare le orecchie, i motori a benzina sono incomparabilmente più piacevoli da ascoltare, sia perché non si sentono o quasi, sia perché cantano. Senza parlare della musica di un motore a V o della firma tipica di un 5 cilindri o di un V8, la voce di un motore a quattro cilindri “a combustione” sarà sempre più melodiosa di quella di un motore “a olio”.

Crit’Air 1 compatibile

Se ci sono ancora buone ragioni per scegliere un diesel, la prima ragione per non farlo è il famoso adesivo Crit’Air. Infatti, ad eccezione di un ibrido ricaricabile (solo Mercedes ne offre uno), nessuna auto che funziona con carburante grasso potrà pretendere meglio del livello 2, con il rischio di non poter guidare nelle EPZ. I motori a benzina più recenti sono esenti da questa trappola.

Infatti, tutti quelli registrati dopo il 1° gennaio 2011 sono ammissibili. Così puoi trovare quello che vuoi, a seconda del tuo portafoglio, sia nuovo che di seconda mano e conveniente per le auto più vecchie/chilometriche.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Jaguar non lancerà altri modelli prima del 2025

DS 9 Plug-in Hybrid: più gamma elettrica

Leggi anche
Contents.media