Alfa Romeo Tonale Q4: la prima ibrida plug-in del marchio

Il SUV transalpino adotta un propulsore ibrido plug-in che rappresenta il primo passo sulla strada (veloce) dell'elettrificazione.

L’Alfa Romeo Tonale Q4 è la primissima ibrida plug-in del marchio. Cinque anni per un’inversione di 180°. Nel 2027, Alfa Romeo offrirà in catalogo solo auto 100% elettriche… mentre solo pochi mesi fa il marchio non vendeva alcun modello elettrificato.

Il primo passo (serio) di questa tabella di marcia è la comparsa in catalogo del SUV Tonale con propulsione ibrida plug-in. Questa rivale della Peugeot 3008, della Volvo XC40 e della Volkswagen Tiguan si basa sul propulsore di una cugina del gruppo Stellantis, la Jeep Compass.

Alfa Romeo Tonale Q4: un design di successo…

L’Alfa Romeo è spesso un’attrazione. Sebbene sia meno equilibrato della concept car presentata al Salone di Ginevra 2019, il Tonale spicca tra la folla dei SUV con il suo profilo sinuoso.

Alcuni potrebbero obiettare che l’auto manca un po’ di spazio per le spalle. Altri sostengono che il design meno muscoloso della media dei SUV compatti sia rinfrescante. Scegliete voi.

L’Alfa Romeo Tonale PHEV in quattro punti

  • Il primo SUV ibrido plug-in dell’Alfa Romeo
  • Motore a combustione interna (anteriore): 1,3 litri turbo a 4 cilindri
  • Motore elettrico (posteriore) abbinato a una batteria da 12,5 kWh
  • Potenza cumulativa: 280 CV…

    ma non molto sportivo

Alfa Romeo Tonale Q4 interni

Alfa Romeo Tonale Q4: vita a bordo

Il conducente si trova di fronte a un quadro strumenti digitale con la consueta doppia calotta. Avremmo apprezzato un indicatore della batteria più grande sotto di noi.

La presentazione è conservativa, ma buona. La finitura è irregolare, con una serie di materiali più o meno coinvolgenti al tatto.

Il climatizzatore e il volume della radio sono controllati da pulsanti e tasti. E il controllo delle marce (P, R, N, D) avviene tramite una leva molto “tradizionale”. L’imponente console centrale – se si proviene dal mondo elettrico, è quasi scioccante – ospita un alloggiamento per la ricarica induttiva del telefono, due porte USB (USB e USB-C) e una pratica presa da 12V.

Il touchscreen è ampio oltre 10 pollici, reattivo e nella media in termini di ergonomia. Offre tutti gli elementi essenziali attuali. Si potrebbe preferire la navigazione tramite Apple CarPlay o Android Auto per trovare l’estensione del proprio smartphone.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contentsads.com