Bentley Flying Spur guadagna una nuova variante ibrida

Il modello ibrido plug-in che unisce il design alla funzionalità.

Bentley ha svelato al pubblico la sua Flying Spur Hybrid. Si tratta di un modello ibrido plug-in che si affiancherà ai modelli V8 e W12. È il secondo modello ibrido plug-in di Bentley, dato che il marchio di Crewe spinge in avanti i suoi piani di elettrificazione per il prossimo decennio.

Il nuovo modello ibrido utilizza un motore V6 da 2,9 litri e un motore elettrico per 536bhp e 553lb ft. Bentley dichiara che la Flying Spur elettrificata è capace di uno sprint da 0-62mph in 4,1 secondi e una velocità massima di 177mph. Il motore stesso è di nuova generazione rispetto al Bentayga Hybrid (che utilizza un 3.0 litri V6). Oltre a questo, Bentley dice che, grazie alla batteria da 14,1 kWh della Flying Spur Hybrid, la nuova variante garantisce circa 25 miglia di guida elettrica.

Bentley Flying Spur: introduzione

Alla domanda su eventuali future varianti della Flying Spur, il capo della Bentley ha detto: “Guardate questo spazio: chi sa cosa verrà dopo? Non abbiamo ancora finito”. Anche se non confermato, ciò potrebbe includere una Flying Spur Speed come la Continental GT. Parlando della gran turismo a due porte, Hallmark ha anche chiarito che la gamma Conti GT sarà ibridata “prima del 2025”.

La Flying Spur Hybrid sarà in vendita verso la fine del 2021.

Bentley Flying Spur: primi dettagli

Lusso, raffinatezza, velocità: queste sono le parole che vengono in mente quando si pensa a una Bentley Flying Spur. Bodykit in fibra di carbonio? Non così tanto. Proprio quando si pensava che il 2020 non portasse sorprese, arrivò la notizia che Crewe realizza un set di gonne laterali e splitter. Si chiama Styling Specification e, oltre ad essere un’opzione al momento dell’acquisto, gli attuali proprietari della Flying Spur possono ottenerla anche in un secondo momento.

Perché? Perché la limousine di Crewe è la berlina a quattro porte più veloce del mondo, e apparentemente i clienti vogliono che questo si rifletta nello stile esterno. Il che sembra giusto. Il kit comprende uno splitter anteriore, minigonne laterali con stemmi Bentley metallici, diffusore posteriore e spoiler sul cofano del bagagliaio. Volete più attenzione ai dettagli? Le minigonne presentano un badge Bentley elettroformato in 3D, progettato appositamente per ridurre al minimo il rischio di intrappolare bolle d’aria nella vernice.

Rende la Flying Spur più veloce?

No, ma ne ha bisogno? Questa generazione di Spur è basata sulla Continental GT e promette ancora di essere la più agile. Tutto ciò grazie alla tecnologia da grande auto come la trazione integrale attiva, sterzo integrale, torque vectoring e barre antirollio 48V. Inoltre, Bentley dice che la specifica Styling è stata progettata per lavorare insieme all’aerodinamica esistente, quindi non la rallenterà nemmeno, grazie al perfezionamento in galleria del vento e in pista, anche alla velocità massima dell’auto.

bentley flying spur

Cos’altro c’è di nuovo sulla Flying Spur?

Per il proprietario della Bentley che ha amici o un autista: questa è la nuova Bentley Flying Spur. È la nuova auto di lusso a quattro porte di Crewe, ed è stata arricchita con le ultime tecnologie della Continental GT. Il design è decisamente tutto nuovo e siede sulla stessa piattaforma dell’attuale Conti GT. Bentley dice che la nuova Spur ha un passo più lungo di 130 mm rispetto alla precedente, così quelli all’interno possono allungarsi e guardare attraverso il tetto panoramico in vetro.

Ancora una volta, come la Conti, la Spur ha dettagli dei fari ‘cut glass’ ma ha luci posteriori a forma di B come la Bentayga. I fari a LED a matrice sono standard. Un nuovo ornamento ‘Flying B’ si trova in cima alla griglia ed è schierabile elettronicamente, molto simile allo Spirit of Ecstasy di Rolls-Royce.

E questa nuova tecnologia di cui parla?

Ebbene, la Flying Spur usa molle ad aria a tre camere con controllo continuo dello smorzamento e barre antirollio attive Bentley 48v. Sono presenti anche dei freni giganteschi (420 mm all’anteriore) per portare la Flying Spur da 2435 kg all’arresto. Anche lo sterzo integrale è presente e corretto.

All’interno, c’è uno schermo centrale da 12,3 pollici che ruota in vista quando l’auto è accesa, e si nasconde dietro un rivestimento in legno quando è spenta. È lo stesso sistema della Conti GT, che, apparentemente, è lo stesso sistema che si trova nelle classi superiori della gamma di modelli Porsche. Sono disponibili tre sistemi audio, con un sistema Naim da 2200W che è il top della gamma.

Altre specifiche tecniche?

Sotto il lungo cofano c’è un W12 biturbo da 6.0 litri che sprigiona 626bhp e 664lb ft tramite un automatico ZF a otto velocità a tutte e quattro le ruote. La Flying Spur è capace di un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,8 secondi e di una velocità massima di 207 mph, il che la rende una delle auto a quattro porte più veloci del pianeta.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Pininfarina Battista e il suo debutto a Monterey

Bmw M 1000 RR: prezzo, cavalli e caratteristiche

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media